Green Week 2012, dal 22 al 25 maggio a Bruxelles si parlerà di Acqua

L'acqua è un bene comune, una risorsa naturale indispensabile ma non interminabile

da , il

    green_week_eu_risorse_idriche

    A Bruxelles si parla di risorse naturali, in particolari dell’oro blu: è l’ora dell’acqua. A chiamarla è lo slogan della manifestazione Green Week 2012, ogni goccia conta. Non ci sono migliori parole per descrivere il senso della manifestazione che si terrà dal 22 al 25 maggio a Bruxelles. L’importanza delle risorse idriche, il loro utilizzo coscienzioso e l’evitare inutili sprechi saranno al centro dell’incontro. Bisogna ricordare, infatti, che l’acqua è un bene disponibile in larga scala ma non illimitato, e che quindi va utilizzato con intelligente.

    Il tema delle risorse idriche, infatti, non può che essere una delle chiavi attraverso cui leggere la sostenibilità ambientale; parte da questo punto che ha fortemente animato il forum mondiale di Marsiglia il nuovo incontro di Bruxelles. Saranno le istituzioni e le realtà politiche ad avere il compito di riprendere le fila del discorso e confrontarsi sulle normative europee circa l’uso e la gestione dell’acqua, proponendo strumenti e alternative valide all’attuale pressione che subiscono i bacini idrici. Fino a questo momento, infatti, la legislazione dell’Unione Europea ha preferito incanalare i propri sforzi nel garantire la migliore qualità di acqua possibile, senza però affrontare con grande attenzione il tema dello stress idrico. Nei paesi dell’Unione Europea, infatti, è importante riuscire ad ammodernare con efficacia la reti di distribuzione e creare un modello di sistema di riciclo dell’acqua soprattutto per gli usi industriali e per l’irrigazione dei terreni agricoli.

    In occasione dell’incontro internazionale anche alcune realtà produttive si sono adoperate per la campagna: è il caso del Gruppo Sanpellegrino, la più grande realtà esistente nel campo beverage in Italia, che dice di essere consapevole del valore di ogni goccia d’acqua a tal punto da volere perseguire con impegno un futuro di qualità garantendo l’accesso all’acqua potabile a più persone possibili. L’acqua minerale, infatti, può arrivare ad esistere anche per decenni: dopo il lungo percorso nel sottosuolo e l’arrivo alla sorgente, viene così imbottigliata cercando di rendere inalterate le sue proprietà nutritive.

    Durante il Forum Mondiale dell’Acqua fu Legambiente a lanciare l’allarme e a dire che in Italia ci sono ancora molti sprechi, e poi che sempre l‘Italia rischia l’emergenza sull’acqua. Speriamo, dunque, che questi appelli vengano tenuti in forte considerazione durante la Green Week anche in campo europeo.