Ecodesign: bioplastica diventerà la regina della casa

Il futuro dell'ecodesign è green! Le bioplastiche contagiano il design d'interni e i materiali plastici si fanno sempre più eco-chic

da , il

    ecodesign bioplastica

    Torniamo un pò a parlare di ecodesign! Se i rifiuti diventano un problema, la bioplastica è pronta a curare il disagio. Questa plastica ecologica, infatti, riduce sensibilmente i danni causati all’ambiente cosa che invece procurano polipropilene, polietilene e affini, in quanto sintetici e ricavati dal petrolio. Da una decina di anni a questa parte le materie plastiche “bio” si sono diffuse in maniera prepotente, per la felicità degli amanti del design d’interni più sensibili all’ecologia.

    Le bioplastiche provengono da materie prime vegetali e rinnovabili come ad esempio l’amido di mais, la patata e il grano. Il loro vantaggio più significativo è la biodegradabilità e la possibilità di compostaggio, che ne consente il recupero organico. Questo senza rinunciare alla componente qualitativa. I mobili ed oggetti di arredamento per la casa, per intenderci, saranno comunque durevoli. Solo un (bel) po’ più ecologici!

    La più famosa tra le plastiche ecologiche è sicuramente il Mater-Bi, che porta con sè una moltitudine di vantaggi (a proposito, sapevate che a partire da gennaio verranno aboliti i sacchetti di plastica tradizionali?). Dunque, la bioplastica è il futuro, e lo sarà anche per l’ecodesign. Meno male!