Come scegliere la tenda da campeggio: una guida utile

Come scegliere la tenda da campeggio: una guida utile

Come scegliere la tenda da campeggio? Teniamo conto del modello, ma anche dei materiali

da in Vivere green, ecotendenze
Ultimo aggiornamento:
    La scelta della tenda da campeggio

    Come scegliere la tenda da campeggio? E’ una domanda che certamente ci siamo posti, se siamo amanti della natura e non rinunciamo a passare una vacanza a diretto contatto con essa. In fin dei conti ormai ci stiamo sempre più avvicinando alle ferie estive, per cui, se abbiamo intenzione di andare in campeggio, prepariamoci per tempo con una guida utile, che può aiutare a saperne di più.

    Esistono vari modelli di tenda da campeggio. Quella classica è la canadese, che si caratterizza per dimensioni ridotte e per l’essere coperta da due spioventi acuti. Molto diffusa è anche la tenda igloo, che è del tutto simile nella sua forma alla caratteristica abitazione eschimese. Ha il vantaggio di mettere a disposizione molto spazio soprattutto nella parte posteriore. C’è poi la tenda a casetta, che è particolarmente indicata per le famiglie e ricorda in tutto e per tutto una piccola abitazione, riportando perfino la suddivisione fra zona giorno e notte. Magari non è così facile da montare, tuttavia è da scegliere sicuramente se si va in campeggio per un lungo periodo di tempo, perché offre molte comodità. Da non dimenticare la tenda a tunnel, che ha un aspetto a metà tra la tenda a casetta e quella ad igloo. Presenta spazi interni piuttosto ampi e confortevoli. Inoltre ci offre il massimo della sicurezza, specialmente in presenza di condizioni atmosferiche non molto favorevoli.
    Le tende da campeggio possono essere distinte anche in base alla loro composizione. In questo caso abbiamo tende in monotelo e tende a doppio telo. Le prime presentano soltanto un involucro esterno. Sono da sfruttare soprattutto in estate, anche perché la traspirazione è ottima.

    Le tende a doppio telo sono particolarmente indicate per le zone in cui le piogge sono frequenti e in cui si possono raggiungere temperature più basse. Esse sono in grado di assicurare un maggiore isolamento dall’esterno, in quanto sono composti da due strati di protezione.

    La scelta della tenda varia in base anche alle esigenze di ciascuno di noi. Magari per le prime esperienze in campeggio possiamo rivolgerci a dei modelli semplici, in modo che possano essere montati facilmente e velocemente. Teniamo conto anche del fatto che ci sono dei modelli con veranda, che rispondono alle necessità di chi ha bisogno di molto spazio. Tuttavia non è solo la forma che conta, perché è importante considerare anche i materiali, di cui una tenda è fatta. I teli interni ed esterni, di solito, sono realizzati in poliestere, il quale è rivestito da sostanze in grado di proteggere dall’acqua e dal fuoco. I prezzi variano a seconda se scegliamo soluzioni economiche o se vogliamo disporre di materiali di alta qualità, come, ad esempio, anche l’alluminio, che ci offre un riparo più adeguato dalle temperature basse. Il pavimento generalmente è realizzato in polietilene o nylon. La resistenza varia sempre a seconda di quanto vogliamo spendere. E’ importante fare attenzione che le cuciture siano realizzate ad hoc, in modo che siano robuste ed evitino che l’acqua si possa infiltrare.

    551

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Vivere greenecotendenze
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI