Auto elettriche: Hyundai BlueOn, la i10 ecologica

La Hyundai BlueOn è un modello elettrico derivato dalla i10 dell’azienda di produzione automobilistica che consente di avere a disposizione un’auto ecologica con tempi di ricarica brevi e una buona autonomia durante il viaggio

da , il

    auto elettriche hyundai blueon

    Un’altra novità nel settore delle auto elettriche arriva dall’azienda automobilistica Hyundai. Si tratta della nuova BlueOn, una versione perfettamente ecologica dell’auto appartenente alla categoria delle i10. Stiamo parlando di un nuovo mezzo di trasporto ecologico che è stato recentemente presentato dalla casa automobilistica e che promette davvero degli ottimi risultati, andandosi ad aggiungere all’insieme di auto ecologiche attualmente in progetto da parte di diverse aziende di produzione di tutto il pianeta. Vediamo quindi nel dettaglio cosa dobbiamo aspettarci da questa nuova auto elettrica.

    L’auto elettrica Hyundai BlueOn è un ottimo esempio di un mezzo di trasporto che ci permette a tutti gli effetti di contribuire attivamente alla realizzazione di una vera e propria mobilità sostenibile. Tutti sappiamo infatti quanto sia importante mettere in pratica quotidianamente dei comportamenti che ci consentano di rispettare l’ambiente e di causare un minore inquinamento atmosferico.

    L’auto ecologica in questione è un prodotto derivato dal modello i10 della stessa casa automobilistica e presenta una batteria ai polimeri di litio che ha dei tempi di ricarica non molto lunghi. Basterà collegare la batteria all’elettricità per sei ore per ottenere una ricarica completa e far ripartire al massimo l’auto ad impatto zero.

    L’automobile ecologica avrà anche delle funzionalità molto interessanti dal punto di vista della tecnologia, visto che integra anche un sistema per segnalare lo stato della batteria e consentire allo stesso tempo all’autista di conoscere le postazioni per effettuare una ricarica che può trovare sul percorso nelle vicinanze. L’automobile elettrica sarà commercializzata a partire dal 2012.