Animali pericolosi: i pitbull, cani aggressivi? Gli australiani li sopprimono

Animali pericolosi: i pitbull, cani aggressivi? Gli australiani li sopprimono
  • Commenta
  • Condividi
  • Email
  • Stampa

animali_pericolosi_razza_cane_pitbull

Tra gli animali pericolosi da sempre figurano mastini e pitbull, cani considerati di indole poco docile. In realtà è risaputo che non esistono cani pericolosi di natura ma che molto dipende dall’educazione e dallo stile di vita che gli si fa adottare, però quella che si sta scatenando dall’altra parte del mondo sembra una vera psicosi.

Dopo che a Melbourne, in Australia, una bimba di 4 anni è stata azzannata da un pitbull che l’ha uccisa, gli abitanti della zona temono incidenti simili e chiedono che i pitbull non siano considerati dei comuni animali domestici e che questa razza di cane venga soppressa. La psicosi nasce anche dal fatto che le autorità prevedano che i padroni paghino le conseguenze dei loro cani, con sanzioni che possono arrivare fino al carcere per le aggressioni più gravi.
La protezione animali locale si sta muovendo per tutelare questa e altre razze di cani affinché non diventino cani randagi sull’onda dell’emotività: i cani abbandonati e riuniti tra di loro in branco, infatti, possono essere potenzialmente molto più pericolosi.

242

Vedi anche:

L'uomo e la distruzione dell'ambiente in un video

La Terra prima dell'arrivo del'uomo aveva un certo equilibrio. Dalla sua comparsa l'uomo ha iniziato a sfruttare le risorse naturali senza nessun rispetto per quell'equilibrio naturale. Il mondo è diventato un cimitero. Sulle note di "In the Hall of the Mountain King" di Edvard Grieg questo video osserva la distruzione del nostro bellissimo pianeta per colpa delle scelte scellerate dell'essere umano. La clip è stata prodotta da Steve Cutts.

FacebookTwitter

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

Gio 08/09/2011 da

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Seguici