Eolico: impianto galleggiante da record per l'off-shore americano

Impianto eolico galleggiange offshore nel Maine
Si chiama DeepCwind ed è un progetto avveniristico che mira a realizzare il più grande impianto eolico off-shore del mondo. La particolarità di questa struttura, al di là delle proprie gigantesche dimensioni, è tuttavia un’altra: il DeepCwind sorgerà infatti su una serie di piattaforme galleggianti ancorate al suolo, sulle quali verranno installate le unità di sfruttamento dell’energia eolica, a impatto ambientale pressochè nullo.

Gli studi dei progettisti dell’Università del Maine, negli Stati Uniti, sostengono infatti che è proprio nell’off-shore che l’impianto eolico è in grado di sprigionare tutta la propria efficacia nella produzione di energia, in quelle zone, cioè, dove non vi sono ostacoli fisici e dove i venti possono soffiare con maggiore intensità e maggiore continuità rispetto agli impianti sorti su terra o nelle vicinanze delle coste.
 
Il problema della gestione di un impianto off-shore a grande distanza è tuttavia ben noto: le strutture eoliche necessitano di un monitoraggio e di una manutenzione assidua, e l’installazione delle unità “lontano dall’uomo” potrebbe in qualche modo minare le possibilità di un’efficiente amministrazione dell’intero impianto.
 
Per i motivi di cui sopra, l’Università del Maine ha deciso di realizzare una struttura davvero moderna e sperimentale, in cui alcune superfici galleggianti potranno garantire la stabilità dell’impianto e delle turbine in esso contenute.
 
L’impianto dovrebbe sorgere, se il progetto andrà in porto, vicino alla Monhegan Island, nel Nord degli Stati Uniti, entro il 2014.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *