Carne di orso al banchetto della Lega Nord: è polemica

orso trentino
Un deputato della Lega Nord, Maurizio Fugatti, ha proposto di banchettare con della carne di orso sulle montagne trentine durante un evento. Comprensibile lo shock dei cittadini italiani (animalisti e meno) ma anche il profondo imbarazzo della politica italiana per questa proposta davvero oscena. Quasi tutti si discostano dalle parole dell’Onorevole, di qualsiasi partito. In particolare il PDL, alleato del Carroccio, lancia un monito. Le associazioni animaliste invece sono in rivolta, a ragione, per l’incredibile e gravissima iniziativa. Ricordiamo che gli orsi italiani sono praticamente in via di estinzione.

La “geniale trovata” del Segretario della Lega Nord trentina nasce per protestare contro il programma Life Ursus per il ripopolamento sul territorio dei plantigradi. Secondo l’autorevole personaggio, però, questi splendidi animali evidentemente creano solo gravi danni e pericoli (noi però abbiamo un video che dimostra l’esatto contrario).
 
Ecco le parole del politico padano: “Nel pieno rispetto del territorio e del naturale equilibrio fra uomo e animale, la Lega Nord Trentino ha organizzato un lauto banchetto a base di carne di orso. Sarà l’occasione per stare insieme all’aperto e rivivere antiche tradizioni gustando prelibati piatti tipici trentini i cui eccellenti sapori rischiano di sparire dalle nostre tavole. Questa iniziativa vuole essere un segnale chiaro ai cittadini, che hanno tutto il diritto di riconquistare il loro territorio e di girare liberi senza mettere a rischio la propria incolumità. Il fallimento del progetto Life Ursus, che prevede l’insediamento degli orsi nelle montagne trentine, è ormai sotto gli occhi di tutti. Per difendere e tutelare le popolazioni nelle zone di montagna del Trentino dalle continue visite degli orsi, noi preferiamo consumarli in questo modo“.
 
Inutile dire che anche noi appoggiamo la protesta nata da queste affermazioni. Senza considerare che cacciare degli orsi italiani, oltre che eticamente scorretto, è legalmente perseguibile. E voi cari amici, cosa ne pensate?

0 thoughts on “Carne di orso al banchetto della Lega Nord: è polemica

  1. Ci sono anche molti ristornati che servono carne di orso, dove stà il problema. Non mi sembra che sia vietato mangiare carne di orso. E voi carissimi ecologisti, cosa ne sapete veramente di come vive l’orso nei nostri paesi e di come proceda il progetto life ursus? Avete imparato dai video di youtube?
    Ci sono video anche di immersioni subacque insieme allo squalo bianco, senza conseguenze, ma da li a dire che non è pericoloso ce ne passa. Quanta ignoranza…

  2. Ciao Cuc, provo a risponderti in maniera del tutto personale.
    Capisco che non sia possibile ritirare dai menù dei ristoranti le carni di animali non strettamente legati all’alimentazione umana. Però bisognerebbe usare sempre del buon senso prima di farsi portavoce di iniziative anti-animaliste, dove addirittura ci si mette a banchettare con della carne di orso. Orso che, per altro, in Italia teme l’estinzione.
    Parliamo ora dei danni…Orsi, squali, coccodrilli? Niente di tutto questo… L’animale più pericoloso in assoluto, e lo dico con convinzione, rimane sempre l’UOMO!!!

  3. Ma l’orso da noi è stato portato, non c’era, nessuno parla di cacciare un animale che si trova nel proprio habitat naturale. Esisteva un secolo fa quando in montagna c’erano greggi di pecore, quindi cibo. Poi si è spostato altrove perchè non era in grado di sopravvivere. Ora l’orso arriva sotto casa, nei pollai, nei bidoni delle immondizie, quindi mi sembra una forzatura voler far vivere ancora l’orso dove non ha ragione di esistere. Non mi sebra che in giro per l’adriatico venga introdotto lo squalo bianco, se non c’è ci sarà un motivo!
    Poi cosa significa “cibi strettamente legati all’alimentazione umana”, quali sono? Che differenza passa tra mangiare orso, piuttosto che cervo, cavallo, cinghiale, pesce spada e aragoste? A me sembra la stessa cosa.

  4. Da una parte si spendono soldi(naturalmente i nostri) per ripopolare fare parchi oasi ecc.ecc.,dall’altra parte senti queste cose ti viene voglia di spaccargli il muso.Pensate che in provincia di Cuneo vogliono abbattere i lupi,che probabilmente avevano liberato per ripopolare il territorio.E una contradizione dopo l’altra questa e l’Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *