Sostenibilità ambientale: la classifica dei Paesi più ecologici

Sostenibilità ambientale: la classifica dei Paesi più ecologici

Recentemente è stato pubblicato il rapporto EPI 2010 con la classifica dei Paesi più ecosostenibili del pianeta

da in Conservazione ambiente, Primo Piano
Ultimo aggiornamento:

    EPI 2010

    Dagli amici del sito Hai Sentito apprendiamo una news molto interessante: è uscita la classifica dei Paesi più ecosostenibili del mondo. Il World Economic Forum ha pubblicato la lista (EPI 2010, ovvero l’Environmental Performance Index), frutto di studi condotti dai ricercatori di Yale e della Columbia University, e vogliamo dirvi quali sono i nomi dei 163 Paesi messi in ordine per “buona condotta ecologica”. Chiaramente in questa graduatoria è presente anche il nostro Paese, anche se non hai primi posti. Scopriamo insieme quali sono le Nazioni più virtuose e dove si trova il nostro.

    I parametri utilizzati per determinare la graduatoria sono i seguenti: qualità dell’aria e dell’acqua, sfruttamento della pesca, biodiversità, emissioni di gas a effetto serra e impatto dell’ambiente sulla salute pubblica. E’ giusto specificare che la ricerca è stata svolta prima dell’eruzione del vulcano islandese Yyjafjallajökull, che ha in qualche modo plagiato in seguito i risultati.

    I valori sono espressi in centesimi.

    Il primo posto della classifica va all’Islanda (93,5/100). Secondo posto per la Svizzera (89,1/100). Il terzo gradino è della Costa Rica (86,4/100). Quarto e quinto posto per Svezia (86/100) e Norvegia (81,1/100). A seguire Mauritius, Francia, Austria, Cuba e Colombia con valori che oscillano dagli 80/100 ai 76/100.

    E l’Italia? Sebbene non abbia ottenuto punteggi eccelsi, non dobbiamo preoccuparci: il Belpaese è in 18^ posizione globale (a tale proposito, vi invitiamo a dare un’occhiata alle spiagge più pulite d’Italia!) preceduto da Regno Unito e Germania a livello europeo. Da notare come le nazioni più industrializzate (USA, Cina e India) abbiano ottenuto scarsi punteggi (Stati Uniti 61/100, mentre Cina e India non rientrano tra i primi 100) a dimostrazione del fatto che chi ha un potere industriale non è capace di gestire e/o garantire politiche ambientali efficaci. Qquasi alla pari dei Paesi sottosviluppati.

    Immagine tratta da:
    globalcompactasiapacific.org

    372

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Conservazione ambientePrimo Piano
    PIÙ POPOLARI