Oasi WWF in Italia: la mappa

Oasi WWF in Italia: la mappa

Le Oasi del WWF sono delle aree, presenti all'interno della Penisola, dotate di grande rilevanza sotto gli aspetti faunistici e, più in generale, sotto il profilo della biodiversità

da in Primo Piano, WWF, Biologico
Ultimo aggiornamento:

    Oasi WWF

    Le Oasi del WWF sono delle aree, presenti all’interno della Penisola, dotate di grande rilevanza sotto gli aspetti faunistici e, più in generale, sotto il profilo della biodiversità. Zone il cui livello di preservazione naturale deve essere garantito ad alte soglie, e che per tale motivo godono di particolari forme di protezione al fine di conservare nel migliore dei modi il paesaggio, cercando di ridurre al minimo l’impatto ambientale esterno.

    A cosa servono le Oasi

    Oasi WWF
    Le Oasi sono uno dei patrimoni naturalistici italiani più importanti. Al loro interno, non solo vengono preservate specie faunistiche e floreali da tutelare, ma vengono altresì attivate delle iniziative didattiche, con i percorsi dedicati ai giovani e ai meno giovani, e ulteriori programmi di recupero degli animali feriti, di ricerca sulla biodiversità, di analisi sull’evoluzione delle specie, di avvistamento dell’avifauna, e così via.

    Quante sono le Oasi italiane del WWF

    Oasi WWF
    Nella Penisola, le Oasi del WWF sono oltre 100, presenti su quasi tutto il territorio nazionale ai fini di cui sopra. Le loro attività sono piuttosto numerose, e un saggio di tali programmi può essere assaggiato leggendo il Documento annuale sulle Oasi (disponibile sul sito internet ufficiale del WWF, a questo indirizzo), dove sono pienamente riassunti gli obiettivi, le tipologie di aree, le specie tutelate, le campagne di recupero e conservazione, e i piani di gestione delle stesse.

    La mappa delle Oasi

    Oasi WWF
    WWF ha predisposto una pagina interattiva per comprendere la disposizione e le caratteristiche di tutte le Oasi presenti sul territorio nazionale. La mappa è consultabile in maniera semplice e pratica, zoomando sulle singole aree di interesse o “viaggiando” lungo tutto l’arco della Penisola, alla ricerca delle zone naturalistiche di maggior interesse, consultando orari e giorni di apertura e le eventuali ulteriori inziative in programma.

    Le regioni con più Oasi

    Oasi WWF
    Sebbene le Oasi, come abbiamo già avuto modo di precisare, sono distribuite in tutta la nazione, vi sono alcune regioni particolarmente interessate dal fenomeno. Il podio è occupato dalla Toscana, che può annoverare la presenza di 17 Oasi; piuttosto ricca è anche la varietà di Oasi in Lombardia, con 14 diverse aree protette, e quella campana, con 12 Oasi. Per quanto invece concerne le isole, due sole Oasi in Sardegna, e quattro in Sicilia.

    Se l’argomento è di vostro interesse, potete consultare anche i seguenti post recentemente pubblicati sul nostro blog:

    WWF: Festa delle Oasi a maggio riscopre la natura
    WWF: l’ora della Terra, partecipa anche tu!
    Ambiente: 2010, anno non ecosostenibile

    651

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Primo PianoWWFBiologico
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI