Ingredienti da evitare nei cosmetici: scopri come proteggere la tua pelle

Nei cosmetici troppo spesso sono presenti ingredienti che poco hanno a che fare con la salute

da , il

    Scopri cosa c'è nei nostri cosmetici

    Praticamente a tutti piace prendersi cura di sé: è la cosa che si fa più volentieri, e rappresenta non solo un profondo rispetto per se stessi, ma anche un buon equilibrio emotivo. Non a caso, nei periodi di depressione si tende proprio a trascurarsi.

    I prodotti cosmetici da profumeria ci attirano con le loro pubblicità seducenti, promettendoci di farci diventare più belli. Ma troppo spesso contengono ingredienti davvero dannosi, e non solo per la pelle con cui entrano immediatamente in contatto, ma anche per la salute in generale.

    Vediamo insieme quali sono, in modo da poterli evitare.

    La lista degli ingredienti dannosi nei cosmetici

    Perossido di benzoile: utilizzato nei prodotti contro l’acne, secondo vari studi ha effetti negativi sull’organismo. Potrebbe infatti essere cancerogeno, può agire come un mutageno, produce danni al DNA nelle cellule umane e di altri mammiferi. Inoltre, la sua inalazione può essere tossica, ed è irritante per occhi, pelle e vie respiratorie.

    DEA (dietanolammina), MEA (monoetanoloamina) e TEA (trietanoloammina): questi composti possono essere irritanti per pelle e occhi, oltre a poter causare dermatite da contatto. Sono assorbiti facilmente dalla pelle e vanno a intaccare gli organi del corpo.

    Diossina: non appare negli ingredienti con questo nome. Spesso è ‘nascosta’ in ingredienti antibatterici, come il triclosan, gli emulsionanti, i PEG e detersivi con tensioattivi etossilati. La diossina è accusata di provocare cancro, di intaccare il sistema immunitario, di danneggiare il sistema nervoso, di creare danni al feto nelle donne incinte e di aumentare le probabilità di aborti spontanei.

    DMDM Hydantoin e Imidazolidinyl Urea: sono composti chimici usati nei cosmetici per pelle, corpo e capelli, e vengono utilizzati persino per mantenere intatti i cadaveri. Possono indebolire il sistema immunitario, causare il cancro, provocare mal di testa, dolori articolari, insonnia, stanchezza cronica, vertigini, dolori al petto, allergie e possono innescare l’asma.

    I colori e i pigmenti FD&C (ossia idonei per uso alimentare, medicinale e cosmetico): i coloranti chimici provengono dal catrame di carbone e contengono metalli pesanti che depositano tossine nella pelle, causando irritazione e ipersensibilità. Possono provocare anche carcinomi.

    Parabeni (metile, etile, propile e butile): sono usati come conservanti, nei deodoranti e in molti prodotti per la pelle. Sembra vi siano dei collegamenti tra i parabeni e il cancro alla mammella. Negli uomini, invece, possono contribuire alla sterilità. In generale, sono accusati di provocare anche squilibri ormonali, soprattutto durante la pubertà.

    PEG (glicole polietilenico): nella sua produzione, può a sua volta sviluppare pericolosi livelli di diossina. Il peggio è che questa sostanza si trova anche in molti prodotti per bambini, oltre che nei solari.

    Ftalati: si trovano in moltissimi prodotti, eppure non sempre sono registrati nelle etichette. I loro effetti negativi per la salute includono danni a reni e fegato, danni al feto e diminuzione della concentrazione di spermatozoi.

    Propylene Glycol e Butylene Glycol: derivano dal petrolio. Sono considerati così tossici che il contatto con essi può provocare danni al cervello, al fegato e ai reni.

    Laurilsolfato di sodio (SLS) e Sodio Lauritere Solfato (SLES): Sono usati nei detergenti per le macchine, negli sgrassatori per i motori e nel 90% dei prodotti da schiuma per la cura personale. Provocano danni agli occhi, depressone, dissenteria, problemi respiratori e irritazione della pelle.

    Prodotti chimici per la protezione solare: avobenzone, benzofenone, PABA, sono ingredienti che generano radicali liberi e si pensa creino danni al DNA o che provochino cancro.

    Triclosan: è un ingrediente sintetico antibatterico, ma può provocare danni alla salute umana e dell’ambiente. Classificato come un clorofenolo, si sospetta sia cancerogeno.

    Occhio soprattutto ai prodotti per bambini

    Tutti i prodotti sopra citati sono assolutamente da evitare, soprattutto se sono contenuti nei prodotti per i bambini: questi ultimi, infatti, non hanno ancora la giusta immunità della pelle, e per questo sono ancora più esposti ai pericoli di queste insidie più o meno nascoste. Quindi preparate un elenco di questi nemici e portatelo in borsa con voi, in modo da evitare di comprare creme nocive. Per una pelle che sia non solo bella nell’immediato, ma anche sana a lungo termine. Se volete andare sul sicuro, scegliete prodotti che siano il più possibile naturali.