Impregilo: Ponte sullo Stretto nel 2016

Impregilo: Ponte sullo Stretto nel 2016

Stando a quanto riportato da La Nuova Ecologia, per Impregilo il ponte sullo Stretto di Messina sarà pronto nel 2016

da in Tutela Ambientale, Monitoraggio ambientale
Ultimo aggiornamento:

    Stando a quanto riportato da La Nuova Ecologia, per Impregilo il ponte sullo Stretto di Messina sarà pronto nel 2016. Se arriverà il via libera per l’inizio dei lavori.

    Impregilo afferma che se i lavori partiranno nel 2010, il ponte sullo Stretto di Messina potrebbe essere pronto già a partire dal 2016. L’ultima parola sull’accordo siglato nei giorni scorsi tra la Impregilo e la Stretto di Messina spa spetta al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Se quest’opera controversa da anni e del tutto superflua dovesse essere mai realizzata si tratterebbe del ponte sospeso più alto al mondo. Per i fautori del progetto, si tratta di un’opera di cui si parla in Italia sin dalla fine dell’800 che potrebbe risolvere i problemi di inquinamento nello stretto dovuti al passaggio dei traghetti da e per il continente. Ma le critiche sono numerose e arrivano da più parti per diverse ragioni.

    Prima fra tutte il costo enorme di un’infrastruttura del genere. Il denaro che dovrebbe essere impiegato per costruire il ponte, potrebbe essere infatti utilizzato per migliorare le infrastrutture già esistenti al Sud, a cominciare dalle tratte ferroviarie e da quelle stradali.

    Tra le altre cose esiste il rischio fondato, secondo indagini condotte dalle forze dell’ordine, che possano esservi infiltrazioni della malavita organizzata che avrebbe tutto da guadagnare dalla costruzione di questa struttura. Inoltre, come riportato da Edilportale.com, sul progetto sono in corso due inchieste. Una è relativa all’impatto ambientale sul territorio: la Commissione Europea ha messo in atto una procedura d’infrazione sull’Italia poiché il progetto viola la Direttiva Comunitaria Uccelli. L’altra riguarda un’intercettazione telefonica tra Paolo Savona, ex presidente di Impregilo, e l’economista Carlo Pelanda che nella telefonata dava proprio Impregilo come impresa vincitrice della gara d’appalto per il ponte. La questione “Ponte sì, Ponte no” sembra ancora lontana dall’essere conclusa.

    Immagini tratte da:
    http://claudiocordova.files.wordpress.com
    http://www.meteoweb.it
    http://www.repubblica.it

    362

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Tutela AmbientaleMonitoraggio ambientale
    PIÙ POPOLARI