Il quasar più lontano dell’universo in un video tutto da guardare

Il quasar più lontano dell’universo in un video tutto da guardare

Il quasar più lontano dell’universo si trova a 13 miliardi di anni luce e costituisce un oggetto astronomico molto interessante e affascinante, che ci permette di saperne di più sull’origine dell’universo

da in Conservazione ambiente, Impatto ambientale, Primo Piano
Ultimo aggiornamento:

    Il quasar più lontano dell’universo in un video tutto da guardare, che ci mostra un fenomeno naturale dello spazio e ci fa comprendere come l’uomo abbia ancora molto da imparare su ciò che accade nell’universo intorno a lui. A compiere l’interessante scoperta del quasar più luminoso dell’universo sono stati gli studiosi dell’Imperial College di Londra, dopo cinque anni di ricerca. Il quasar ULAS J1120+0641 si trova a 13 miliardi di anni luce dal nostro pianeta e contiene al proprio interno un buco nero. Davvero molto intrigante anche per i meno esperti di astronomia.

    Il quasar più lontano dell’universo costituisce un’affascinante scoperta e si configura come un elemento essenziale per avere le idee più chiare riguardo all’origine dell’universo e in particolare a ciò che è successo 870 milioni di anni dopo il verificarsi del Bing Bang. Gli avvenimenti che caratterizzano lo spazio si presentano come piuttosto accattivanti, come l’asteroide passato vicino alla Terra in un video spettacolare.

    Ben altro che, in tema di natura, le 7 meraviglie più affascinanti del pianeta. Si tratta di un’osservazione molto più ampia, che è in grado di andare oltre i confini della Terra, permettendoci di esplorare una dimensione globale non conosciuta ai più.

    Il quasar, un oggetto astronomico simile ad una stella, ci indirizza alla scoperta dei segreti dell’universo, coinvolgendoci in un viaggio meraviglioso. D’altronde ricordiamoci che la natura è anche quella del cosmo nel quale ci troviamo.

    Senza dubbio l’analisi del quasar ULAS J1120+0641 ci aiuterà a comprendere meglio la nascita delle stelle e delle galassie, consentendoci di ricostruire passo passo le origini del nostro pianeta.

    340

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Conservazione ambienteImpatto ambientalePrimo Piano
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI