Energie rinnovabili: l’Italia e l’India lavoreranno insieme

L'Italia dovrebbe rientrare nel novero dei Paesi con i quali l'India intreccerà dei rapporti commerciali e consulenziali al fine di incrementare la diffusione delle energie ecologiche, cercando di migliorare la diversificazione energetica delle due nazioni, e riducendo in tal modo le emissioni nocive nell'ambiente, e l'impatto ambientale prodotto dall'industria, dalla mobilità e dalle abitazioni

da , il

    Energie rinnovabili

    L’Italia dovrebbe rientrare nel novero dei Paesi con i quali l’India intreccerà dei rapporti commerciali e consulenziali al fine di incrementare la diffusione delle energie ecologiche, cercando di migliorare la diversificazione energetica delle due nazioni, e riducendo in tal modo le emissioni nocive nell’ambiente, e l’impatto ambientale prodotto dall’industria, dalla mobilità e dalle abitazioni.

    L’intento è maturato nel corso degli scorsi giorni, a margine di un incontro che il Ministro dello Sviluppo Economico Paolo Romani ha avuto con il proprio collega del subcontinente asiatico, il Ministro del Commercio Anand Sharma, al fine proprio di rafforzare i già presenti rapporti economici e commerciali tra le due nazioni.

    A metà del 2011 una rappresentanza dell’Italia dovrebbe far visita all’India, in un incontro che dovrebbe portare poi a una formalizzazione degli accordi di collaborazione strategica, all’interno dei quali non potranno che svolgere un significativo ruolo quelli sulle energie rinnovabili.

    Speriamo quindi che le relazioni bilaterali con l’India possano svilupparsi rapidamente in avanti, aprendo così importanti spiragli industriali e imprenditoriali agli operatori italiani, e agendo da supporto celere nella strada di uno sviluppo maggiormente ecoenergetico.