Eclissi di luna: l’8 ottobre tutti con il naso all’insù [FOTO]

L’eclissi di luna ci aspetta l’8 ottobre

da , il

    Un’eclissi di luna l’8 ottobre (il culmine sarà alle 12:54, ora italiana) ci farà alzare lo sguardo verso l’alto, per vedere nel cielo un fantastico fenomeno della natura, che torna a ripetersi. Già la luna rossa si era manifestata lo scorso 15 aprile e per la seconda volta quest’anno avremo l’occasione di assistere a questo evento spettacolare. Nello specifico, questa volta, quella che vedremo sarà la luna della tetrade, un evento molto raro, che, nel corso di 2 anni, si ripeterà 4 volte.

    I più fortunati, che potranno godere di una visione più chiara, sono coloro che abitano nella zona nord occidentale degli Stati Uniti, nelle isole del Pacifico e nell’Australia orientale. Ma in che cosa consiste il fenomeno? La luna, a poco a poco, comincerà ad oscurarsi a causa dell’ombra che la Terra riversa su di essa. Nel momento in cui il nostro satellite si vedrà il meno possibile, assumerà anche una colorazione incredibilmente rossa. Questo colore è dovuto al fatto che i raggi solari, attraversando l’atmosfera terrestre, vengono rifratti. La tetrade ha una peculiarità: si verifica spesso nel corso di 300 anni consecutivi, per poi rimanere quasi del tutto assente nei 3 secoli successivi. Anche per questo ci possiamo ritenere fortunati, perché stiamo vivendo in un’epoca in cui il fenomeno celeste tende a ripetersi.

    Secondo i calcoli che sono stati fatti dagli esperti, ci dovrebbero essere 17 lune della tetrade nell’arco di 2 secoli, tra il 1909 e il 2156. Sono in tutto almeno 140 anni, durante i quali è possibile osservare questo spettacolo. La fase di eclissi totale durerà 58 minuti, la fase dell’ombra 3 ore e 20 minuti e la fase di penombra sarà molto lunga, perché avrà una durata di 5 ore e 18 minuti. Coloro che non vogliono perdersi l’appuntamento e non hanno la possibilità di vedere direttamente l’evento lunare potranno seguire tutto online, sul sito della Nasa. Il mese di ottobre sarà ricco di eventi celesti da non dimenticare, come il passaggio di una cometa vicino a Marte il 19 ottobre, l’eclissi solare parziale il 23 ottobre e un periodo tutto dedicato alle stelle cadenti, quello dei giorni 21 e 22 di questo mese. La natura continua a stupirci, regalandoci momenti davvero sensazionali, che non possono non destare un senso di ammirazione nei confronti di un universo, in cui noi siamo soltanto un puntino.