Carlino, cure specifiche e curiosità [FOTO]

Avete un carlino o state per adottarne uno? Allora non potete farvi sfuggire i nostri consigli!

da , il

    I Carlini sono cani di taglia piccola che richiedono una buona dose di attenzioni costanti e continue. Questo per alcune loro caratteristiche, tra cui le famose pieghe del viso. La buona notizia è che è molto facile prendersi cura di loro: è solo questione di abitudine.

    Le pieghe del viso

    Quelle pieghe del volto che caratterizzano i Carlini possono essere fonti di infezioni, questo perché fra quelle pieghe si può accumulare sporcizia quando dormono per terra o quando mangiano con la faccia rivolta verso le ciotole. Se a tutto ciò si aggiunge anche la normale lacrimazione degli occhi, si corre il pericolo di far sviluppare eventuali infezioni o funghi, oltre ad emanare cattivo odore. La pulizia delle pieghe del viso dei Carlini è abbastanza semplice, soprattutto se il vostro cane è collaborativo! Immergete un cotton fioc in acqua calda (ma non bollente!) e passatelo delicatamente nelle pieghe sul naso e sul volto. Dopo aver fatto ciò, asciugatelo tamponando delicatamente con un cotton fioc pulito, e il gioco è fatto. Ripetete questa routine una volta a settimana, o comunque all’occorrenza.

    La pulizia dei denti

    Prendersi cura dei denti dei cani è un aspetto troppo spesso trascurato, eppure è molto semplice! Basta recarsi al proprio negozio di fiducia che venda accessori per animali e comprare uno spazzolino e un dentifricio per cani. Questo, ovviamente, è possibile farlo solo se il vostro Carlino collabora, se no è meglio rivolgersi a un veterinario per evitare ‘incomprensioni’ fra cane e padrone!

    La spazzolata

    Per mantenere il manto morbido e per ridurre la quantità di pelo in casa, i carlini dovrebbero essere spazzolati almeno due volte a settimana. C’è comunque chi lo fa tutti i giorni! Ciò che serve è una spazzola con setole in acciaio inox e un pettine a denti stretti e sottili, di quelli che si usano contro le pulci. Alla maggior parte dei Carlini piace essere spazzolati, quindi quest’operazione non dovrebbe creare problemi. Tutto ciò che dovete fare è spazzolare nella direzione in cui cresce il pelo, senza pressare con la spazzola. Spazzolate in modo delicato, prima con la spazzola e poi passando una volta il pettine, e il vostro Carlino sarà al settimo cielo, oltre che bellissimo!

    Il Carlino e i suoi punti deboli

    Il Carlino è un cane robusto, come si può notare dalla sua stazza ‘massiccia’. Eppure ha alcune vulnerabilità.

    Alcuni problemi possono sorgere a causa del suo setto nasale molto corto, che gli fa soffrire troppo sia l’aria calda che quella fredda. Per cui, d’estate non lasciatelo mai chiuso in macchina, nemmeno se è all’ombra, e d’inverno state attenti agli sbalzi di temperatura troppo improvvisi che possono causargli raffreddori, bronchiti e polmoniti.

    Il loro naso può risultare un po’ crostoso, per cui è sempre meglio pulirlo con delle salviettine e dell’olio di oliva.

    Attenzione anche agli occhi sporgenti, che lo rendono spesso soggetto a graffi e colpi accidentali, soprattutto se abita con gatti!

    Tende a ingrassare, perché è pigro e goloso, per cui cercate di fargli fare regolarmente adeguate passeggiate quotidiane, facendolo correre anche in giardino o in un parco.