Bioarchitettura: nuova struttura per la raccolta dell’acqua piovana a Latina

A Latina sarà realizzata una grande struttura per la raccolta dell’acqua piovana che permetterà di irrigare il giardino pensile

da , il

    In tema di bioarchitettura è utile notare che sono sorti nel corso degli ultimi anni dei progetti molto interessanti, come il nuovo impianto che sorgerà a Latina e che attualmente è in fase di preparazione e di progettazione. Si tratta di una struttura che servirà come centro per raccogliere l’acqua piovana e per un suo riutilizzo per altri scopi molto interessanti. L’impianto, progettato da degli architetti di Parigi, si chiama “Le Chateau dans le Ciel”, “il Castello nel Cielo”, a causa della sua conformazione che lo contraddistinguerà quando sarà completato. Si tratta di una struttura in effetti molto originale.

    L’impianto, vero esempio di ecodesign, infatti è realizzato seguendo uno stile architettonico molto particolare, che prevede la costruzione di una torre che si eleverà verso l’alto in due piani, i quali metteranno a disposizione dei visitatori e dei turisti ampi spazi di verde pubblico.

    Grandi parchi verdi e tanta natura quindi avvolgeranno i 2000 metri quadri a disposizione per l’opera di bioarchitettura, la cui pianificazione si divide sostanzialmente in due parti. Una prima area sarà quella della torre, attualmente esistente, che consentirà di far confluire l’acqua piovana attraverso un sistema di filtraggio dell’acqua nel serbatoio che si trova per una parte anche sottoterra.

    L’altra area sarà quella dedicata interamente ai parchi pubblici e alle terrazze paronamiche che troveranno posto nei due piani rialzati e ai negozi e alle attività commerciali che saranno sistemati alla base della grande torre. Tutta la struttura portante del “Castello nel Cielo” sarà creata in acciaio inox e degli ascensori permetteranno a chiunque di salire in modo agevole nelle due piattaforme rialzate. L’acqua raccolta verrà utilizzata per l’irrigazione del giardino pensile.

    Immagini tratte da: greenme.it.