Riutilizzo del caffè: gli usi alternativi che se ne possono fare

Riutilizzo del caffè: gli usi alternativi che se ne possono fare

caffe_prodotti_alimentari_usi_alternativi

L’Italia è da sempre un paese abbinato al buon cibo: i nostri prodotti alimentari sono da sempre simbolo di elevata qualità. Come non parlare dunque del caffé, bevanda che è entrata a far parte a tutti gli effetti della nostra cultura? Oltre alle molte miscele disponibili, di cui vi consigliamo quelle equo e solidali come le migliori, c’è anche qualche consiglio utile che vogliamo darvi su come gestirne gli usi alternativi, ad esempio nel caso in cui ne avanzi o piuttosto su come utilizzare i fondi di caffé.

Prima di farla finire nella raccolta differenziata, ad esempio, la polvere del caffè è ottima come deodorante naturale per il frigorifero. Alcuni cucchiaini lasciati in un contenitore aperto all’interno del frigo permetteranno di evitare i cattivi odori, data la caratteristica della polvere di assorbirli efficacemente. Un altro utilizzo del fondo di caffè è quello, ad esempio, di pulirvi le mani dopo aver tritato l’aglio o sbucciato le cipolle: il suo potere di intrappolare gli odori, infatti, vale anche per la pelle. Vi basterà passare un po’ di caffè tra le mani prima di sciacquarle con l’acqua per ritrovare il buon odore.
Se invece avete la passione per il pollice verde o vi state allenando ad imparare a coltivare le piante, sappiate che i fondi di caffé sono ottimi per realizzare il compost da utilizzare per il terriccio delle vostre piante; data la sua capacità naturale di rilasciare nitrogeno, esso è maggiormente consigliato nel caso di specie che necessitano di un terreno piuttosto acido. Per realizzare un ottimo compost anche l’azione dei lombrichi è molto importante: sapevate che proprio questi animali apprezzano particolarmente i fondi di caffé? Potrebbero infatti aiutarvi a rendere le vostre piante ancora più fertile e fiorite. Potete utilizzare perfino il caffè in eccesso per le vostre piante: diluito con un po’ d’acqua, infatti, potrà favorire crescita e fioritura di piante come rododendri e azalee.

Come abbiamo già detto il caffè ha una notevole capacità pulente: un altro utilizzo che vi consigliamo a tal proposito è quello di trasformare la polvere in una crema abrasiva per pulire con successo lo sporco e il grasso più ostinato, semplicemente lasciando la polvere ad asciugare e aggiungere una piccola quantità di detersivo, amalgamando i due ingredienti. Anche per il caminetto tornano utili i fondi di caffé, da spargere per rimuovere con più facilità la cenere utilizzando poi l’aspirapolvere o scopa e paletta.

Il caffé in eccesso potete diluirlo nuovamente con acqua e poi applicarlo sui vostri capelli, magari inserendo il composto in un apposito spray. Lasciate in posa per circa venti minuti e poi sciacquate energicamente con abbondante shampoo: il trattamento se eseguito con regolarità almeno una volta a settimana potrà darvi un effetto splendente, con riflessi color caffè.

Questa comune bevanda, infatti, è ottima come colorante, anche dei tessuti: immergetevi panni di lino o stoffa, portandolo ad ebollizione con l’acqua aggiunta, e lasciateli così per una notte intera. La colorazione sarà naturale e dal piacevole impatto estetico.
L’ultima chicca, non a caso, l’abbiamo lasciata alla fine: se amate l’aroma del caffè, potete rubare qualche chicco dalla cucina e confezionarlo in un sacchettino di cotone da mettere tra la biancheria o in bagno come profuma ambiente naturale.

photo: amanda28192

598

Segui Ecoo

Lun 28/05/2012 da in ,

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Seguici