Regali di Natale 2010 equosolidali: prodotti in carcere

Regali di Natale 2010 equosolidali: prodotti in carcere
  • Commenta
  • Condividi
  • Email
  • Stampa

regali natale 2010 equosolidali carcere

Vogliamo fare dei regali di Natale 2010 equosolidali? Scegliamo quelli prodotti in carcere. In questo modo possiamo contribuire a costruire un mondo più a misura d’uomo, scegliendo fra diverse iniziative capaci di garantire anche un sostanziale rispetto dell’ambiente, la possibilità di scelta è davvero ampia. Possiamo acquistare cartoline di Natale realizzate dai detenuti di Enna, panettoni prodotti nel carcere di Padova e poi ancora abbigliamento e realizzazioni artigianali in pelle. Da non dimenticare nemmeno le creme di bellezza messe a punto nel carcere di Venezia.

Ce n’è davvero per tutti i gusti e non mancano i progetti all’insegna della sostenibilità ambientale. A questo proposito non possiamo non ricordare che a Rebibbia si lavora con la plastica per rimediare all’inquinamento ambientale. Nel carcere della Giudecca le detenute invece si danno da fare per confezionare creme di bellezza e creme antirughe ricavate dalle piante aromatiche coltivate negli orti della struttura detentiva o importate dall’estero.

Regali di Natale green a tutti gli effetti, come i regali di Natale 2010 acquistabili sul web per un consumo equosolidale. Se preferiamo qualcosa in grado di stuzzicare la nostra golosità, non dovremmo lasciarci scappare i dolci preparati dai detenuti del carcere di Padova. Si tratta di vere e proprie delizie, come il panettone alla birra o quello con cioccolato e fichi.

Le opportunità per un Natale equosolidale non mancano. Non dobbiamo fare altro che scegliere ciò che maggiormente ci sembra faccia al caso nostro e contribuire a mettere in atto una festa ecologica e solidale.

312

Vedi anche:

L'uomo e la distruzione dell'ambiente in un video

La Terra prima dell'arrivo del'uomo aveva un certo equilibrio. Dalla sua comparsa l'uomo ha iniziato a sfruttare le risorse naturali senza nessun rispetto per quell'equilibrio naturale. Il mondo è diventato un cimitero. Sulle note di "In the Hall of the Mountain King" di Edvard Grieg questo video osserva la distruzione del nostro bellissimo pianeta per colpa delle scelte scellerate dell'essere umano. La clip è stata prodotta da Steve Cutts.

FacebookTwitter

Fonte | AdnKronos

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

Mar 14/12/2010 da

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Seguici