Pesci rossi, bocce vietate per la tutela e il benessere degli animali

Pesci rossi, bocce vietate per la tutela e il benessere degli animali

Nel Comune di Romano, in Lombardia, è stato varato un regolamento municipale che vieta l’uso delle bocce per i pesci rossi

da in Animali, Animali Selvatici, Protezione Animali, Torture sugli animali
Ultimo aggiornamento:

    pesci rossi bocce vetro

    Avete dei pesci rossi in casa? Bene, sappiate che, se abitaste nel comune di Romano, in Lombardia, non potreste usare più come acquario la classica boccia piena d’acqua. È stato messo a punto un apposito regolamento municipale, che fa divieto di ricorrere ad acquari sferici o comunque a pareti curve per i pesci rossi, in vista della “tutela e del benessere degli animali”. Il tutto è nato in seguito alla proposta di Eva Pescali, assessore leghista. Se il regolamento dovesse essere violato, anche nelle case private, interverrà la polizia municipale con precise sanzioni.

    Il comune di Romano vuole essere a tutti gli effetti amico degli animali, garantendo il possibile per la loro salvaguardia. Lo stesso assessore Pescali ha dichiarato a questo proposito: “Il regolamento ha l’obiettivo di fornire ulteriori strumenti concreti d’intervento ai cittadini e alla polizia municipale per realizzare una migliore e più solidale convivenza con gli animali cittadini, diffondendo anche la cultura del rispetto.”

    Il regolamento è stato approvato, anche se c’è stato anche chi ha fatto notare come ci fossero altre priorità, anche sullo stesso argomento, nel rapporto fra uomini e animali. Ad esempio Emilio Tognoli ha spiegato come sarebbe stato importante vietare ai proprietari di animali di portarli nei parchi a fare i loro bisogni.

    Intanto ci si è concentrati sul problema delle bocce per i pesci rossi, probabilmente privilegiando la filosofia del “un passo alla volta”.

    Il capogruppo leghista Roberto Ambrosini ha messo in evidenza l’importanza del raggiungimento dell’obiettivo della crescita culturale dei cittadini nel rapporto con gli animali.

    Viene da pensare comunque se per questa crescita culturale basti vietare le bocce per i pesci rossi. Si tratta in effetti di una questione molto più complessa, che implica l’entrare in gioco di variabili differenti, le quali sicuramente vanno valutate con attenzione e cognizione di causa.

    Rispettare gli animali e provvedere alla loro tutela significa molte cose: significa evitare tutti quei comportamenti che non ne garantiscono il benessere, perché si traducono i maltrattamenti veri e proprio o semplicemente nel non prendersi cura di essi. Da questo punto di vista le bocce per i pesci rossi non hanno di certo una priorità. Voi cosa ne pensate? Può essere l’inizio per qualcosa di più sostanziale?

    419

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AnimaliAnimali SelvaticiProtezione AnimaliTorture sugli animali Ultimo aggiornamento: Venerdì 06/07/2012 15:05
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI