Mobilità sostenibile: a rischio il trasporto ferroviario locale

La mobilità sostenibile è sempre un tema difficile, ancor di più se riguarda il trasporto ferroviario

da , il

    trasporto_ferroviario_mobilita_sostenibile

    La mobilità sostenibile è sempre un tema difficile in Italia, ora ancora più discusso dato che riguarda il trasporto ferroviario locale. L’associazione per l’ambiente Legambiente lancia ancora l’allarme sullo stato del trasporto su rotaia in Italia, non limitandosi ad analizzare la questione dei ritardi e dello stress che causano. Lo scopo dell’iniziativa, infatti, è quello di sensibilizzare l’attenzione dei politici e della popolazione comune sui forti disagi e sulla difficoltà di avere un servizio efficiente.

    Legambiente denuncia infatti l’eliminazione di alcune corse, la preferenza data all’alta velocità in termini di innovazione, la pessima condizione in cui i pendolari devono viaggiare. Chi sceglie i mezzi pubblici, infatti, risulta sempre più penalizzato, mettendo in discussione proprio tale decisione. Chi può, usa mezzi a due ruote sperando che nella propria città le piste ciclabili siano effettivamente utilizzabili oppure s’ingegna con scelte alternative come il car sharing o l’utilizzo di auto elettriche. La maggior parte delle persone, però, sono costrette a utilizzare la propria auto tradizionale, con i tutti problemi del caso e un impatto ambientale rilevante, oppure si affida ai mezzi su rotaia.

    Con una lettera al Ministero dei Trasporti, sottoscrivibile da chiunque, Legambiente evidenzia come i tagli di bilancio abbiano decisamente peggiorato le condizioni del trasporto ferroviario. L’unica soluzione all’orizzonte è quella di introdurre una nuova accisa, pari a 3 centesimi per ogni litro di benzina o di gasolio. Le polemiche sono garantite, ma Legambiente rilancia questa proposta -già avanzata in precedenza- proprio per salvaguardare i trasporti pubblici.