L’Aquila, Università ospita edificio fotovoltaico

L’Aquila, Università ospita edificio fotovoltaico
  • Commenta
  • Condividi
  • Email
  • Stampa

università l'aquila edificio solare

Sorge a Coppito l’edificio “intelligente”, come ribattezzato da molti. Nell’Università dell’Aquila, infatti, è stata inaugurata questa costruzione che in sè racchiude stabilità, innovazione, solidarietà, ricerca scientifica e soprattutto tutela ambientale.

  • università l aquila crollo
  • terremoto abruzzo casa
  • terremoto abruzzo macerie

La palazzina intelligente, che non teme terremoti come accaduto in Abruzzo, è ecologico per due motivi: è stato costruito con materiali riciclabili, e si alimenta esclusivamente ad energia solare. Zero emissioni quindi, tutto funziona per merito dei pannelli solari presenti sul tetto. Grazie anche alle speciali pareti e ai tripli vetri delle vetrate, che forniscono un eccellente isolamento termico, è possibile inoltre dimezzare il fabbisogno energetico.

Il fabbricato ha portato via agli addetti circa un mese e mezzo di lavoro. Costato circa 300mila euro, è stato generosamente donato al Campus dell’Aquila dalla CogEsi (Coge costruzioni generali e Consorzio Esi) di Parma. Un dettaglio interessante sull’energia prodotta e i costi ce lo fornisce direttamente il Presidente del Consorzio Esi, Carlo Bucci: “Di fatto l’università abruzzese non pagherà le bollette di luce e gas. In pratica l’autonomia dell’edificio è assicurata da un principio di scambio: l’Enel acquisisce l’energia in eccesso prodotta dai pannelli solari e la rilascia quando la produzione è inferiore alla necessità. Nell’arco di un anno il bilancio è in pareggio e dunque non ci sono spese“.

L’edificio, oltre a fornire un vantaggio energetico, rimpinguerà persino le casse dell’Ateneo: l’incasso previsto ogni anno, e per i prossimi 20 anni, risulta superare i 9mila euro. La cifra verrà sborsata dal Gestore servizi energetici sotto forma di contributi per chi sceglie i pannelli fotovoltaici.

Immagini tratte da:
iasi.cnr.it
altocasertano.wordpress.com
geoforum.it

333

Vedi anche:

L'uomo e la distruzione dell'ambiente in un video

La Terra prima dell'arrivo del'uomo aveva un certo equilibrio. Dalla sua comparsa l'uomo ha iniziato a sfruttare le risorse naturali senza nessun rispetto per quell'equilibrio naturale. Il mondo è diventato un cimitero. Sulle note di "In the Hall of the Mountain King" di Edvard Grieg questo video osserva la distruzione del nostro bellissimo pianeta per colpa delle scelte scellerate dell'essere umano. La clip è stata prodotta da Steve Cutts.

FacebookTwitter

Fonte | Gazzetta di Parma

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

Ven 23/10/2009 da

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Seguici