Il Vesuvio si è innalzato di 80 metri negli ultimi 20.000 anni

Il Vesuvio si è innalzato di 80 metri negli ultimi 20.000 anni

Il Vesuvio si è sollevato di 80 metri nel corso degli ultimi 20

da in Conservazione ambiente, Impatto ambientale, Impatto Zero, Sostenibilità Ambientale, Tutela Ambientale
Ultimo aggiornamento:

    vesuvio 80 metri

    Il Vesuvio si è sollevato di 80 metri nel corso degli ultimi 20.000 anni. Una scoperta che desta un certo stupore e a cui sono giunti gli studiosi dell’Osservatorio Vesuviano di Napoli, analizzando dei sedimenti tratti vicino ai resti archeologici di Ercolano. In questo modo gli esperti sono stati in grado di vedere quali sono stati nello specifico i processi che hanno interessato la geologia del vulcano. Si è riscontrato che il Vesuvio si è innalzato di circa 4 millimetri l’anno, mentre allo stesso tempo la piana campana si abbassa lentamente.

    Il geofisico Aldo Marturano ha spiegato il processo che sta alla base del fenomeno:

    “Ventimila anni fa il Monte Somma era di 80 metri più in basso rispetto alla posizione attuale. In diecimila anni l’edificio si è sollevato di 4 millimetri all’anno, si è insomma espanso come una sorta di bolla che andava formandosi nella crosta terrestre.

    Il fenomeno è dovuto alla pressione dei gas e dei magmi che si vanno accumulando intorno a 20 chilometri di profondità sotto l’imponente montagna.”

    I risultati di questa interessante ricerca sono stati pubblicati sulla rivista “Journal of Volcanology and Geothermal Research”.

    In questa fase attuale sembra essere stato raggiunto un equilibrio precario, interrotto comunque dalle eruzioni vulcaniche, che, per il momento, ha messo fine al processo di sollevamento.

    La scoperta non è da sottovalutare, visto che, oltre a comprendere meglio i fenomeni naturali del passato legati all’attività vulcanica del Vesuvio, si potranno capire più nello specifico quelli futuri. Una cosa è certa secondo gli esperti: il destino del Vesuvio è quello di eruttare ancora.

    Foto di biondo.flavio

    334

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Conservazione ambienteImpatto ambientaleImpatto ZeroSostenibilità AmbientaleTutela Ambientale
    PIÙ POPOLARI