Come pulire i carciofi

Come pulire i carciofi
da in Alimentazione Sana, Alimenti Biologici, Cucina Naturale, Vivere green
Ultimo aggiornamento: Mercoledì 29/07/2015 13:59

    come pulire i carciofi

    Come pulire i carciofi? Capita spesso di utilizzarli in cucina, anche perché si prestano bene alla preparazione di numerose ricette. Specialmente rispettando la stagionalità di questi ortaggi, riusciremo a trarne molti vantaggi, anche grazie alle proprietà benefiche di cui sono ricchi. L’organo che trae maggior beneficio dal consumo dei carciofi è il fegato, anche perché questi ortaggi favoriscono la diuresi e la secrezione biliare. I carciofi permettono di tenere sotto controllo i livelli di colesterolo e contribuiscono alla salute, prevenendo alcune malattie cardiovascolari. Non dovrebbero mancare mai sulla nostra tavola. Se abbiamo dei carciofi freschi, vediamo come pulirli.

    scegliere carciofi

    E’ molto importante scegliere i carciofi giusti già al momento dell’acquisto. Questi ortaggi devono essere sodi, senza macchie e senza foglie rovinate.

    succo limone carciofi

    Pulendo i carciofi, ci si può ritrovare con le mani annerite. C’è un rimedio contro questo inconveniente. Si tratta di strofinare le mani di tanto in tanto con del succo di limone. Quest’ultimo può essere spremuto fresco direttamente sulle dita. Il succo di limone serve anche ad immergere i carciofi, per evitare che si anneriscano.

    rimozione foglie carciofi

    Aiutiamoci con un coltello e tagliamo una parte del gambo. Tenendo stretto il carciofo con una mano, iniziamo a rimuovere ad una ad una le foglie più esterne, che sono anche quelle più dure. A poco a poco vedremo che le foglie diventeranno più chiare, perché ci avviciniamo al cuore del carciofo. Come coltivare i carciofi nell’orto

    punta carciofi

    Una volta che siamo arrivati alla parte più interna del carciofo, è arrivato il momento di tagliare la punta e di eliminare anche le foglie che si trovano alla base.

    rimozione gambo carciofi

    A questo punto tagliamo il gambo, che va conservato a parte. Appoggiamo il carciofo su un tagliere, tagliamolo a metà e, con un coltello a punta arrotondata o con un pelapatate, provvediamo a rimuovere la peluria interna.

    rifinitura carciofi

    Rifiniamo la base del carciofo con un pelapatate, per rimuovere la parte esterna più dura. Utilizziamo un attrezzo appuntito. Recuperiamo il gambo, tagliamolo a 10 centimetri circa, eliminando la parte terminale. Con il pelapatate eliminiamo lo strato più esterno del gambo e in questo modo possiamo utilizzarlo per le nostre preparazioni culinarie. Come cucinare i carciofi: consigli e ricette

    641

    PIÙ POPOLARI