Come cucinare le lenticchie: consigli e ricette

Come cucinare le lenticchie? Quali sono i segreti della nonna, per cucinarle in modo ottimale? A partire dall'ammollo alla cottura vera e propria ecco i nostri semplici consigli e qualche ricetta per gustare questo alimento dalle eccellenti proprietà nutritive. Scopriamo i consigli per cucinare le lenticchie senza renderle dure e senza sapore.

da , il

    Come cucinare le lenticchie

    Come cucinare le lenticchie in modo ottimale? Le lenticchie sono il piatto fondamentale nel menu di Capodanno, simbolo di denaro e prosperità per l’anno in arrivo. Questo legume, a forma di lente, è uno dei più antichi e apprezzati sulle nostre tavole, ancora oggi. Dotate di proprietà nutrizionali eccellenti, è preferibile consumarle regolarmente, in sostituzione delle proteine animali. Contiene infatti proteine “nobili”, carboidrati complessi, fibre che ci rendono sazi prima, facilmente digeribili, elevato apporto di ferro e altri sali minerali. L’assenza di grassi saturi, colesterolo e glutine, lo rende un cibo adatto anche ai celiaci. In cucina, le lenticchie si prestano a moltissime ricette e preparazioni: uno dei consigli migliori è quello di consumarle insieme a cereali integrali per garantire un valido apporto di aminoacidi essenziali. In poche parole, le lenticchie sono un alimento prezioso per una alimentazione sana: ecco allora una serie di utili indicazioni per cucinarle alla perfezione.

    Come cucinare le lenticchie: le varietà

    lenticchie varietà

    In commercio, esistono almeno 10 varietà di lenticchie ma indicheremo quelle più note: da quella più comune, di colore marrone, che troviamo anche in scatola a quella bionda, decisamente più grande. Poi c’è quella di colore verde scuro, come la lenticchia di Altamura, molto pregiata e di dimensioni più grandi rispetto a quella marrone; la lenticchia rossa, detta anche lenticchia egiziana di chiara origine mediorientale, piccola e gustosa, che troviamo prevalentemente in commercio decorticata, ideale per l’alimentazione infantile; in ultimo quella rosa, francese.

    Consigli di cottura:ammollo o no?

    lenticchie ammollo

    Le lenticchie hanno una buccia dura: i tempi di cottura sono mediamente lunghi, sebbene siano i più veloci rispetto agli altri legumi. Non richiedono in genere ammollo e basta versarle ancora secche in acqua e cucinarle a fuoco lento per 30-40 minuti. Tuttavia, soprattutto se avete carenza di ferro, il consiglio è di lasciarle in ammollo nell’acqua per almeno 4 ore, ancor meglio una notte intera. In questo modo, potrete eliminare le lenticchie non buone, che riconoscerete perché verranno a galla, ed eventuali impurità presenti. L’ammollo facilita la cottura e la digeribilità.

    Come cucinare le lenticchie: acqua di cottura e fuoco lento

    come cucinare le lenticchie consigli

    Le lenticchie aumentano del doppio il loro volume, quindi l’acqua va dosata per evitare che si brucino. Nel caso in cui, vi rendiate conto che l’acqua di cottura sta finendo potrete aggiungerla, ma mai fredda, in quanto rallenterebbe la cottura e renderebbe le lenticchie dure: riscaldatela prima e poi versatela nella pentola. Quando l’acqua inizia a bollire, abbassate la fiamma, coprite con un coperchio e fate cuocere per altri 30 minuti a fuoco lento. Mescolate di tanto in tanto, facendo attenzione che non si sfaldino.

    Una ricetta leggera e veloce

    lenticchie ricetta veloce

    Bollire le lenticchie in acqua abbondante per circa 20-30 minuti, senza salare subito, perché il sale renderà le lenticchie più dure. Aggiungete alloro, timo e maggiorana e a pochi minuti dalla fine della cottura, aggiungete il sale. Infine, servitele con un filo d’olio a crudo.

    La ricetta tradizionale

    ricetta classica

    Fate bollire 3 lt di acqua in una pentola e aggiungete carote, sedano, cipolla, una zucchina e una patata tagliati a pezzettoni. Aggiungete infine alloro, uno spicchio di aglio e prezzemolo: coprite con un coperchio e fate cuocere. In un’altra pentola fate un soffritto di sedano e cipolla tritata, pepate e aggiungete le lenticchie, facendole cuocere a fuoco vivace per qualche minuto. Poi, poco alla volta, versate il brodo, in modo che le lenticchie non si asciughino troppo. La cottura, a fuoco lento, durerà circa 40 minuti. Infine, aggiustate di sale e servite.

    Insalata fredda di lenticchie

    insalata lenticchie

    Insalata fredda di lenticchie è ottima da gustare in estate. Occorrono lenticchie già lessate, pomodorini, cipolla rossa, basilico, peperoncino, erba cipollina, olio, pepe e sale. Tagliate le verdure finemente o a rondelle, tritate l’erba cipollina e, in una ciotola a parte, versate olio, pepe e sale. In una ciotola, versate le lenticchie fredde, unite le verdure, unite l’emulsione e mescolate. Guarnite con foglie di basilico, aggiustate di sale e servite.

    Gnocchi di lenticchie

    gnocchi di lenticchie

    Questi gnocchi di lenticchie conquisteranno anche i bambini; occorrono 2 mestoli di lenticchie rosse già cotte e farina integrale qb. Frullate le lenticchie calde e aggiungete la farina necessaria affinché il composto ottenuto si stacchi facilmente dalle pareti della pentola. Prendete poi pezzi di impasto con il cucchiaio e formate tante palline con le mani. Lessatele in acqua salata finché affiorano. Agli gnocchi potete affiancare il sugo che preferite.

    Lenticchie allo zafferano e spezzatino di soia

    bocconcini di soia

    Ingredienti: 250 gr di bocconcini di soia, ½ cipolla, 200 ml di brodo vegetale olio evo, zafferano, sale prezzemolo, 2 mestoli di lenticchie marroni già lessate. Soffriggere la cipolla in padella e nel frattempo reidratate i bocconcini di soia in brodo bollente per 30 minuti,scolateli e metteteli nella padella con la cipolla. Rosolate i bocconcini,mettete un cucchiaio colmo di zafferano e coprire con il brodo. Cuocete per una decina di minuti a fiamma alta e aggiungete le lenticchie. Procedete con la cottura per altri 10 minuti. Servite con una spolverata di prezzemolo.

    Zuppa di farro e lenticchie

    zuppa farro lenticchie

    Lavate il prezzemolo e tritatelo finemente, poi mettete in una pentola l’olio, una cipolla tritata finemente e uno spicchio di aglio intero. Portate sul fuoco e fate dorare a fiamma dolce, poi aggiungete un mestolo di brodo caldo, le lenticchie , un cucchiaio di prezzemolo tritato, mescolate e portate e bollore. Aggiungete il restante brodo, abbassate la fiamma e cuocere per 10 minuti coperto, mescolando di tanto in tanto. Trascorsi 10 minuti alzate un po’ la fiamma ed unite il farro, poi proseguite con la cottura per altri 30 minuti. Cospargete con un filo d’olio a crudo e servire con crostini di pane.