15 alimenti che aiutano la digestione

Problemi di cattiva digestione? Ecco 15 alimenti che aiutano la digestione, veri e propri toccasana per il nostro stomaco. Ma non bastano, cibi e decotti per risolvere il problema: occorre cambiare completamente abitudini alimentari e stili di vita inappropriati

da , il

    Gli alimenti che aiutano la digestione sono numerosissimi! La digestione è il processo meccanico- chimico con cui l’organismo rompe il cibo e lo trasforma in particelle più semplici e più facilmente assimilabili dal nostro corpo. Le cause che generano una cattiva digestione sono varie: eccesso di cibo, abitudini alimentari scorrette, additivi chimici ecc… Le complicazioni che ne derivano possono essere eccesso di gas, gonfiore, nausea, costipazione e diarrea. Apportando alcune piccole modifiche alla dieta alimentare quotidiana e allo stile di vita, è possibile alleviare di molto questi sintomi sgradevoli. Iniziate cambiando le cattive abitudini: evitate di mangiare mentre lavorate o davanti alla tv: senza rendervene conto, mangiate molto di più! Masticate più lentamente, fate una passeggiata piacevole dopo aver mangiato, limitate i cibi grassi, preferendo quelli fermentati e ricchi di enzimi digestivi. Calmatevi prima di mangiare: stress e rabbia non fanno bene e riducono la produzione di enzimi. Infine provate ad introdurre nella vostra alimentazione questi 15 alimenti che aiutano la digestione.

    1. Olio di oliva: meglio se crudo

    L’olio extravergine di oliva aiuta la digestione: lo sostengono i nutrizionisti! Possiede una forte attività infiammatoria, emolliente, protettiva e di stimolo sul pancreas, per la produzione di maggiori quantità di enzima digestivo, sulla cistifellea, che provvede a riversare la bile nell’intestino, e sulla mucosa che riveste la parete interna dello stomaco e dell’intestino. Tra tutti gli oli vegetali, è quello a più alto grado di digeribilità, caratteristica che gli consente di trasportare sostanze antiossidanti e vitamine presenti in altri alimenti.

    2. Rucola: un sapore amaro salutare

    Dal sapore amaro, la rucola fa parte della famiglia delle crucifere e come tutti gli alimenti amari è in grado di stimolare la secrezione dei succhi gastrici, accrescendo l’appetito. In alcune regioni, è utilizzata per preparare il Rucolino, un liquore digestivo; inoltre, poche foglie di rucola cruda, favoriscono l’eliminazione di gas nell’intestino. Sembra che l’estratto di rucola protegga lo stomaco da ulcere e gastriti, grazie alla sua capacità di inibire le secrezioni acide e di preservare la mucosa gastrica.

    3. Carciofo: un ortaggio amico

    Il carciofo è uno dei vegetali con più qualità in assoluto! Tutto merito della cinarina, principio attivo contenuto in esso, ch stimola la digestione dei grassi, la produzione e il flusso della bile. Oltre a facilitare la digestione e l’assorbimento dei grassi e delle vitamine liposolubili, la bile neutralizza l’acidità delle secrezioni gastriche.

    4. Limone: il rimedio della nonna

    Lo ricordate? Acqua tiepida e limone, un rimedio antico, che migliora la digestione,stimolando la produzione di bile da parte del fegato. Il limone è ricco di sali minerali e vitamine, utili per espellere le tossine presenti nell’apparato digerente. Il suo uso contribuisce ad alleviare i sintomi di una cattiva digestione come il bruciore di stomaco e il gonfiore.

    5. Zenzero

    Spezia miracolosa, migliora la digestione, soprattutto di carboidrati e proteine, favorisce la crescita della flora batterica intestinale, cura lo stomaco e scioglie i grassi, anche quelli addominali. Lo zenzero, chiamato anche ginger, è alla base di molti digestivi ed è noto per le sue proprietà carminative, attraverso le quali vengono prodotti meno gas intestinali. Bastano dai 500 ai 2000 mg di radice di zenzero fresco prima dei pasti per beneficiare di tutte le sue proprietà.

    6. Finocchio

    Già gli antichi Egizi lo usavano come rimedio naturale per migliorare la cattiva digestione, grazie alla sue proprietà carminative: le foglie e i suoi semi sono utili per migliorare la digeribilità di un piatto pesante. Da sempre si preparano infusi che facilitano la digestione e lo svuotamento dello stomaco, producendo buoni risultati in caso di pesantezza dello stesso, oltre a contribuire alla eliminazione dei gas intestinali.

    7. Cicoria

    Proprio come il radicchio rosso, la cicoria veniva anticamente usata come trattamento naturale dei problemi al fegato e alla cistifellea. Grazie alle sostanze amare che contiene, viene stimolata la digestione, la secrezione del pancreas e il drenaggio del fegato.

    8. Barbabietole rosse

    Sono ricche di ferro, calcio e fibre, quindi aiutano l’intestino a lavorare meglio, oltre a stimolare la produzione di succhi gastrici favorendo così la digestione. Aiutano a mantenere la salute del rivestimento del tubo digerente e a regolare il movimento della fibra muscolare impegnata nella motilità intestinale.

    9. Lattuga

    La lattuga verde facilita la digestione e aiuta il corpo ad eliminare le tossine! Ad essa vengono riconosciute, da millenni, proprietà calmanti, rinfrescanti, analgesiche, antiossidanti e stimolanti dell’appetito. Il consiglio è quello di mangiare lattuga prima di un pasto principale: gli stessi imperatori romani aprivano i loro ricchissimi banchetti con la lattuga per aiutare la digestione, mentre la preferivano a fine pasto per conciliare il sonno.

    10. Radicchio

    E’ un alimento depurativo per natura, ideale per favorire la digestione e la motilità intestinale grazie al notevole apporto di fibre e principi amari, oltre al gran quantitativo di acqua in esso presente. Il radicchio rosso ha notevoli proprietà alcanizzanti ed i benefici si riscontrano nel trattamento di problemi digestivi, gastrici, del fegato, della cistifellea e per la cura di epatiti.

    11. Rosmarino

    E’ in grado di allentare la congestione, alleviare la costipazione, e aiuta il corpo nella motilità intestinale. Il rosmarino agisce su fegato e cistifellea, aumentando e fluidificando la bile, necessaria per digerire i grassi, oltre ad essere un tonico gastrointestinale. Il modo migliore per beneficiare delle sue proprietà è preparare un infuso con i rametti secchi,magari insieme a menta o zenzero.

    12. Alloro

    Ecco un altro rimedio della nonna: il decotto di alloro, un vero e proprio rimedio miracoloso per chi ha problemi di digestione. L’alloro è un toccasana per lo stomaco: oltre a favorire la digestione, lo tonifica e, in generale, ne rinforza le pareti e ne protegge le mucose gastriche.

    13. Menta

    Una tisana di menta, a fine pasto, migliora la digestione, grazie al mentolo, il principio attivo che la caratterizza. E’ l’ideale per i disturbi gastrointestinali, aiuta a rilassare i tessuti muscolari dello stomaco, contribuisce ad espellere i gas ed è spasmolitica, ma è sconsigliata per chi ha problemi di ulcere gastriche. Il mentolo, infatti, stimola la produzione di succhi gastrici, che aggravano il problema.

    14. Alimenti fermentati

    Gli alimenti fermentati contengono batteri buoni che rendono più facile la digestione. Tra gli alimenti fermentati ricordiamo i crauti, il kimchi, cavolo coreano in salamoia, il tempeh e il miso, questi ultimi due entrambi derivati della soia fermentata. Il miso è ricco di probiotici: più di 160 ceppi di batteri! E ‘spesso usato per fare una zuppa salata, contiene poche calorie ed è ricco di vitamine del gruppo B e antiossidanti protettivi.

    15. Alimenti con enzimi digestivi

    Una cattiva digestione può essere causata anche da un deficit enzimatico. La papaia contiene papaina mentre l’ananas contiene bromelina, due enzimi che aiutano notevolmente il processo digestivo. Se gli enzimi mancano chi va sotto stress è il pancreas che si ritrova a doverli necessariamente produrli, con il risultato di un superlavoro controproducente.