Rifiuti elettronici: presto la consegna nei negozi

I rifiuti elettronici, specie quelli più ingombranti come frigoriferi o televisori, vengono spesso visti come un incubo dal consumatore che voglia disfarsene

da , il

    I rifiuti elettronici, specie quelli più ingombranti come frigoriferi o televisori, vengono spesso visti come un incubo dal consumatore che voglia disfarsene. E troppo spesso li vediamo gettati alla rinfusa in discariche improvvisate a cielo aperto o lungo le strade. Eppure i cosiddetti RAEE non solo contengono sostanze potenzialmente dannose per l’uomo e l’ambiente, ma anche materiali preziosi che possono essere recuperati.

    In questi giorni, a proposito dei rifiuti elettronici, abbiamo notato due buone notizie. La prima riguarda il fatto che, come riportato dall’Ansa, nel carcere di Forlì è partita una bella iniziativa che riguarda il trattamento dei RAEE. È stato infatti organizzato un laboratorio di riabilitazione sociale attraverso il recupero dei rifiuti elettronici. Il laboratorio si svolge al di fuori della casa circondariale e consente ai detenuti di riabilitarsi contribuendo, al tempo stesso, al recupero di materiali preziosi dai rifiuti elettronici.

    La seconda notizia, anticipata da Italia Oggi Sette, riporta l’annuncio che dovrebbe avvenire nel corso della prossima edizione di Ecomondo, dal 28 al 31 ottobre presso la Fiera di Rimini. Secondo le anticipazioni raccolte da Italia Oggi, durante Ecomondo sarà annunciato il decreto che regolamenterà la gestione ed il trattamento dei rifiuti elettronici. Per i cittadini sarà presto possibile consegnare direttamente in negozio i propri rifiuti elettronici senza che abbiano bisogno di andare alla ricerca di centri di raccolta. Nel momento dell’acquisto di un nuovo apparecchio, televisore o pc che sia, il cittadino potrà consegnare gratuitamente al negoziante i vecchi elettrodomestici. Ci si augura di non vedere più lungo le strade meno trafficate lo sconcio e il danno ambientale provocato dai vecchi elettrodomestici abbandonati.