Tutta la verità sui wurstel

    Come si fanno i wurstel? Cosa c’è veramente all’interno di questi prodotti? Nei wurstel che costano poco, analizzando le etichette, troviamo carne di pollo e di tacchino separata meccanicamente e spesso verrebbero aggiunti acqua, amido e fibre. In particolare verrebbero messi nell’impasto anche degli aromi, che hanno il compito di dare un gusto finale, che può essere considerato un elemento indispensabile per il consumatore. Le parti del pollo che restano, dopo che sono stati tolti il petto, le cosce, le ali, il collo e le interiora, verrebbero messe in un tritacarne e verrebbero spremute utilizzando alte pressioni. Alla fine si otterrebbe una pasta omogenea rosa, che verrebbe fatta passare dentro ad un filtro, per separare le parti ossee più grosse. Più viene spremuta la carne, meno essa contiene calcio.