Insetti che mangiamo inconsapevolmente

    Ogni giorno ingurgitiamo migliaia di insetti senza saperlo. Essi sono contenuti negli alimenti che acquistiamo. Quanti moscerini schiacciati beviamo sorseggiando un buon bicchiere di vino? Ma questo è niente. La maggior parte degli insetti che mangiamo è utilizzata dall’industria alimentare come additivo alimentare sotto forma di colorante. Stiamo parlando della cocciniglia, un additivo di colore rosso estratto dall’omonimo insetto. Esso è utilizzato praticamente ovunque, soprattutto nelle bevande alcoliche e nei succhi di frutta con la dicitura “colorante E 120”. Per produrre un chilo di colorante occorrono fino a centomila insetti. Il caratteristico colore rosso rubino è dato dal carapace tritato di questi piccoli animali. La polvere ottenuta viene poi sciolta in acqua calda per estrarne l’acido carmico. Nei soggetti predisposti la cocciniglia può dar luogo a reazioni allergiche.