Salvati dalla morte: nomi e storia dei cani di re Carlo terzo

Carlo e Camilla si sono amati da sempre; il loro rapporto aveva molti più punti in comune di quanti l’allora principe potesse avere con la moglie Lady D. Uno di questi punti in comune si ritrova negli animali

tutti i cani di re Carlo
castello Windsor (Foto Pixabay)

Hanno trovato una casa e una sistemazione due degli adorati cani della defunta Regina Elisabetta II. Il Daily Mail riferisce che i corgi Muick e Sandy saranno accuditi dal figlio Andrea e dall’ex moglie Sarah Ferguson a Windsor, mentre non si sa ancora a chi saranno affidati il dorgi Candy e il cocker spaniel Lissy, Buckingham Palace si appresta ad accogliere dei nuovi ospiti a quattro zampe.

A sentire le informazioni del Daily Express, quando re Carlo III e la moglie Camilla lasceranno Clarence House per insediarsi nello storico palazzo londinese che è da sempre la residenza dei reali inglesi (e che attualmente è in fase di ristrutturazione), insieme a loro dovrebbero arrivare anche Beth e Bluebell, i due Jack Russell di 11 e 10 anni, che la nuova regina consorte ha adottato al «Battersea Dogs and Cats Home», il rifugio per cani e gatti abbandonati di cui è patronessa.

I due Jack Russell adottati dal rifugio e salvati

tutti i cani di re Carlo
Jack Russell (Foto Pixabay)

Bluebell e Beth sono due Jack Russell di 10 e 11 anni, adottate dalla coppia dal Battersea Dogs and Cats Home, dove erano arrivate in condizioni pietose. Bluebell, ad esempio, poco prima di essere stata ritrovata dal rifugio vagava per i boschi senza pelo e con piaghe ovunque, quasi come se fosse morta.

Leggi anche: Talpe in orti e giardini: cosa le attira e come allontanarle

Ora i due cani navigano nel lusso, come si nota nella foto pubblicata dal giornale Country Life, in occasione del loro 125° anniversario, in cui i due “quattro zampe” sono stati fotografati con due collier di perle.

Leggi anche: Paura in città, sui tetti una pantera: dove è successo | Video

La vita di questi due cuccioli non è sempre stata rose e fiori e se adesso stanno bene lo devono solo a Carlo e Camilla. Decisamente un evoluzione, tanto  positiva quanto fortunata, per le condizioni di vita di questi due cani, circondati ora da sfarzo e accuditi in ogni minimo particolare.