Ricicla il tuo vecchio scolapasta: cosa puoi farci

Un vecchio scolapasta in metallo: puoi riciclarlo per realizzare oggetti dal sapore vintage e decisamente ecologici

riciclare uno scolapasta per nuovi utilizzi
scolapasta (Foto Pixabay)

L’atto di riciclare è spesso sinonimo di ecologia e di sostenibilità. E il bello è che puoi mettere in pratica questo principio con moltissimi oggetti che hai già in casa. Sono numerosissimi gli oggetti dimenticati a casa che possono tornare ad avere una nuova vita, magari sotto un’altra veste. Hai mai pensato, per esempio, di riciclare quel vecchio colino o scolapasta che prende la polvere in fondo alla dispensa?

Seguendo questi passaggi puoi realizzare con le tue mani un vaso in metallo sospeso molto elegante e particolarmente utile, perché grazie ai buchi del colino l’acqua eviterà naturalmente di ristagnare sulle radici delle piante che deciderai di coltivare. Una nuova vita, dunque, efficace e anche e soprattutto esteticamente di qualità.

Ecco come effettivamente procedere

riciclare uno scolapasta per nuovi utilizzi
scolapasta di metallo (Foto Pixabay)

Tutto ciò che occorre è un vecchio colino in metallo, della rafia o dei vecchi filtri per caffè, della corda o del filo di ferro. A questo punto allora si può pensare a del buon terriccio e le piantine  che abbiamo scelto e che vogliamo interrare.

Leggi anche: Anche questo dettaglio attira parecchie formiche in cucina 

Per iniziare, rivestiamo il fondo del colino con la rafia o i filtri per caffè, riempiendolo di terriccio e piantando il fiore o la piantina scelta. Bisogna legare poi lo spago o il filo di ferro ai manici in modo da realizzare la struttura per appendere il colino.

Leggi anche: Bonsai morente: se noti questo puoi ancora salvarlo

Infine tutto ciò che occorre fare è appendere il tuo vaso dove preferiamo (avendo cura di posizionarlo in una zona in cui l’acqua in eccesso non dia noia) e innaffiare la piantina regolarmente. Una soluzione, quindi, facile e geniale che ci permette davvero di dare nuova vita e nuova funzione ad oggetti, accessori o utensili che avevamo ormai relegato in cantine o soffitte polverose. Oltre, se proprio vogliamo dirlo, ad un risparmio di denaro e uno sfoggio di creatività che, come è facile intuire, sarà ben presto e con estrema facilità emulato.