Primo violino completamente vegano: come è stato costruito

È stato realizzato il primo violino in modo totalmente vegano, quindi fatto con materiali naturali e di origine vegetale

Violino vegano primo
Violino vegano-foto pinterest

Uno degli strumenti musicali più famosi e apprezzati è il violino è anche uno dei più eleganti strumenti. Sin dall’inizio della storia della musica gli strumenti venivano realizzati con materiali di origine animale, si usavano i crini di cavallo per gli strumenti di corda, pelli tese per le percussioni, e gli zoccoli, corna e ossa venivano usati per creare parti degli strumenti musicali.

Oggi però con l’avvento della tecnologia che ha facilitato molto la realizzazione di utensili, gli strumenti sono composti di plastica, metallo e alcuni sono elettronici. Tuttavia c’è chi continua a usare prodotti che rappresentano sofferenza inflitta agli animali. Molti strumenti moderni vengono fabbricati ancora con parti di animali e colle e vernici vengono testate sempre su queste povere creature.

Il primo violino vegano

Primo violino vegano
Violino vegano-foto pinterest greenme

Per realizzare un violino servono tante parti e un tempo si usavano le componenti animali. Oltre ai crini di cavallo usati per le corde e per l’archetto, veniva usato anche un collante di origine animale, realizzato a partire da pelle, ossa e tendini di cavalli. Inoltre le corde e l’archetto possono contenere anche parti in avorio proveniente dalle zanne degli elefanti o fibre degli intestini di altri animali.

Potrebbe interessarti anche: Cosa significa se il canto dei grilli è davvero forte e continuo

Tuttavia c’è chi non sopporta questo trattamento ingiusto degli animali e allora per creare finalmente una musica che non implichi la sofferenza degli animali, il liutaio irlandese Padraig O’Dubhlaoidh ha realizzato il primo violino al mondo totalmente vegano e privo di materiali di origine animale.

Potrebbe interessarti anche: L’effetto della musica sui cani: la nuova scoperta

Queste componenti animali vengono sostituite con alternative naturali e soprattutto vegetali. Per esempio vengono impiegate pere cotte al vapore, vernici a base di bacche selvatiche per tingere il legno e acqua di sorgente per realizzare il collante.

La natura ha dunque fornito una valida alternativa per al liutaio per creare uno strumento di ottima qualità. E potrebbe essere migliore anche del classico violino tradizionale che tutti conosciamo. Infatti il suono è migliore rispetto a quello prodotto da un tradizionale violino.

Potrebbe interessarti anche: Due modi naturali per pulire il tagliere di legno

Perciò oltre al beneficio per gli animali, la società e il nostro ambiente, nel tempo è diventato chiaro che le colle di origine animale hanno effetti dannosi sui violini. Inducono infatti forti tensioni sui componenti in legno. L’adesivo usato nei violini vegani non ha questo effetto. Questo è dunque l’ennesimo passo in avanti per un mondo più etico e sostenibile.