Il peperoncino fa dimagrire: sfatiamo i falsi miti

I cibi piccanti aiutano a dimagrire? Scopriamo una volta per tutte qual’è la verità, il peperoncino fa molto bene

Peperoncino fa dimagrire
Peperoncino-foto pinterest Ricetta_it-ecoo.it

Il cibo piccante è da sempre un mistero, non è chiaro se faccia bene o meno. Pare che scateni una serie di reazioni immediate molto fastidiose. In particolare il peperoncino è molto importante come alimento, alcuni lo odiano e altri lo amano. Scopriamo cosa succede al nostro corpo quando mangiamo del peperoncino o un altro alimento piccante. Ma prima di capire questo è necessario comprendere che cosa renda i cibi piccanti.

In pratica si tratta di un composto chimico, ossia la capsaicina che si trova sopratutto nel peperoncino ed è responsabile della sensazione di bruciore che ci colpisce quando lo mangiamo. Questo bruciore causato dalla capasaicina vanta diversi benefici per la salute e può anche agire come analgesico o antidolorifico. Sarebbe anche un ingrediente importante per lenire gli effetti dell’artrite reumatoide e condizioni della pelle come la psoriasi.

Il peperoncino fa dimagrire

Il cibo piccante causa bruciore ma ha anche degli altri effetti sul corpo, alcuni dei quali sono molto positivi. Solitamente quando ingeriamo del cibo piccante sentiamo varie sensazioni, come le mucose che proteggono i polmoni da sostanze dannose che vanno in tilt e ci fanno colare il naso. Ma questo può anche essere un fatto positivo dato che aiuta a fluidificare i muchi.

Inoltre un flusso di sangue viaggia attraverso i vasi dilatati e la temperatura corporea aumenta, causando il sudore che dovrò poi fa evaporare il calore. I polmoni inviano un avviso al diaframma in modo che singhiozzi rapidamente per sfruttare l’invasore bruciante.

Successivamente il bruciore può manifestarsi anche allo stomaco, specialmente se si soffre di reflusso gastroesofageo. Anche se il cibo piccante non è la causa principale del reflusso potrebbe esacerbarlo perché la capsaicina rallenta la velocità con cui gli alimenti si muovono nello stomaco e questo aumenta il rischio di reflusso.

Eppure la medicina ripone molte speranze nella capsaicina, infatti secondo uno studio, le persone che mangiano cibi piccanti quasi ogni giorno hanno il 14% in più di probabilità di vivere più a lungo rispetto a chi ne mangia invece meno di una volta a settimana.

La capsaicina ha infatti delle proprietà antinfiammatorie e antiossidanti e svolge anche un’azione antibatterica e vasodilatrice. Inoltre gli alimenti piccanti aiutano a tenere sotto controllo i valori del colesterolo e della pressione sanguigna. Questo è positivo perché riduce il rischio di sviluppare malattie cardiache.

Gli articoli più letti di oggi:

PER TUTTI GLI AGGIORNAMENTI SEGUICI SU FACEBOOK

Infine il peperoncino ha anche un effetto sul corpo a livelli estetico, agisce sul metabolismo ossia sul processo tramite il quale il corpo converte il cibo in energia. In pratica la capsaicina accelera l’azione metabolica dell’organismo. In molti si domandano quindi se mangiare cibo piccante faccia dimagrire, in realtà nonostante il metabolismo veloce si associato ad una perdita di peso non vuol dire che un pò di peperoncino possa cancellare il resto della dieta.