Non sprecarlo: così eviterai che il pesto si scurisca. È semplice

Il pesto a volte tende a diventare marrone, vi è mai capitato? Ecco perché accade e come poterlo evitare

Pesto marrone perché
Pesto marrone-foto pinterest blog.giallozafferano.it

Il pesto è indubbiamente uno dei condimenti migliori che ci siano è genovese ed è a base del basilico, pinoli, sale e formaggio grattugiato. Questo condimento si può preparare a casa o acquistare, in base alla preparazione si può conservare poi in frigo per 2-4 giorni.

Solitamente il pesto comprato dura un pò di più quindi una volta aperto lo potete conservare per 3-4 giorni. Invece quello fatto in casa essendo più fresco e privo di conservati durerà meno. Attenzione quando diventa marrone in particolare.

Perché il pesto diventa marrone, come evitarlo

Pesto perché diventa marrone
Pesto marrone-foto pinterest donnaup.it

Il pesto fresco dopo qualche giorno può assumere il colore marrone, il motivo di questo cambio di colore dipende dal contenuto di polifenoli che servono per proteggere la pianta dal rischio ossidativo causato dagli agenti atmosferici. Perciò il basilico e l’olio, che sono soggetti a contatto con l’aria e con la variazione delle temperature tendono ad ossidarsi assumendo il colore marrone che vediamo quando conserviamo il pesto preparato in casa a mano.

Potrebbe interessarti anche: Vuoi il pesto verde brillante? Ecco quali foglie di basilico scegliere

Capiamo allora come poter mantenere il colore brillante, verde e il sapore inalterato. Intanto occorre mantenere gli ingredienti per preparare il pesto ad una temperatura non superiore ai 4°, perciò in frigo. In questo modo gli enzimi non si potranno attivare.

Potrebbe interessarti anche: Pesto, occhio alla leggenda metropolitana: mai aggiungere questa cosa

Un altro consiglio è di usare il mortaio in pietra e il pestello di legno per estrarre gli oli del basilico. Se volete usare il frullatore invece va bene. ma usate il principio del freddo per evitare l’ossidazione. Mettete quindi il bicchiere del frullatore in freezer per 30 minuti prima di usarlo. Quando poi andrete a frullare fatelo a più riprese in modo da evitare che il frullatore si surriscaldi scaldando le foglie di basilico.

Un ultimo accorgimento per poter conservare il colore intatto è di far bollire per qualche secondo le foglie di basilico e immergerle poi subito dopo in una bacinella con acqua e ghiaccio per poter disattivare i polifenoli del tutto.

Potrebbe interessarti anche: Pesto, perché si annerisce e come evitarlo

Infine potete conservare il pesto fatto in casa in dei vasetti di vetro sottovuoto che prima però vanno sterilizzati. Altrimenti li potete conservare in freezer per massimo 3 mesi, in frigo invece dopo averlo aperto lo potete conservare per 5 giorni.