Meravigliosa pianta da giardino o balcone: attira le farfalle ma anche le api

La scabiosa è un’erbacea perenne che dovreste piantare in giardino o tenere sul balcone, ecco per quale motivo

Pianta scabiosa come coltivarla
Scabiosa-foto pixabay hans-ecoo.-it

Se cercate un’erbacea bella da piantare in giardino che vi dia delle soddisfazioni dovreste coltivare la scabiosa. È una pianta perenne poco conosciuta che meriterebbe una larga diffusione perché è molto bella e adattabile.

Da questa pianta sono state ricavate diverse varietà con il fiore leggermente più grande e i colori differenti rispetto al classico rosa naturale. Questa specie appartiene alla famiglia delle Dipsacacee e comprende piante erbacee perenni di origine euro-asiatica e frastagliate.

Cos’è la scabiosa e come si coltiva

La scabiosa è una pianta molto bella da coltivare, da essa emergono molti steli alti fino a 30 cm portanti capolini di 2-3 cm di diametro e sono costituiti da fiori piccoli tubolosi ermafroditi rosa. Ma ci sono anche nelle varietà bianchi, lilla, blu, o bordeaux.

Hanno un capolino ovale di frutti pelosi e la fioritura inizia in aprile e continua fino a dicembre in Val Padana, mentre nel Sud Italia va invece da ottobre a giugno. La varietà più diffusa è Butterfly lilla-viola e i fiori attirano in modo irresistibile le farfalle e api.

Questa pianta si può coltivare in tutta Italia dalle Alpi alla Sicilia e sopporta fino a -15 e +40° ma non ama l’aria salmastra. Il terreno per la coltivazione deve essere fresco e profondo ma si adatta anche a suoli poveri, secchi, sassosi, calcarei e sabbiosi.

Serve un buon drenaggio sul fondo della buca e per tutto il primo anno dall’impianto va annffiata regolarmente, sopratutto in primavera-estate. Si annaffia se non piove a lungo ed eventualmente in estate se è troppo torrida e asciutta. Bisogna poi concimarla a marzo e settembre con concime granulare per piante da fiore. Le infiorescenze sfiorite vanno poi tagliate in modo regolare prima che vadano a frutto.

Gli articoli più letti di oggi:

PER TUTTI GLI AGGIORNAMENTI SEGUICI SU FACEBOOK

Se volete invece coltivare la pianta sul terrazzo, serve un contenitore di plastica di 20 cm di diametro e con 2 cm di argilla espansa sul fondo e un buon terriccio per piante fiorite. L’esposizione deve essere perfettamente soleggiata. Le annaffiature devono essere abbondanti e regolari da aprile e settembre. Si concima sempre a marzo, settembre e anche maggio. Ad anni alterni di effettua anche il rinvaso.