Isolamento termico: cambio comportamenti in casa e si consuma più energia

C’è un problema che annulla i benefici dell’isolamento termico, si tratta dell’effetto rimbalzo

Isolamento termico casa
Isolamento termico-foto pixabay akuptsova-ecoo.it

È stata fatta una ricerca condotta su un campione di 55mila abitazioni tra Galles e Inghilterra riguardo l’isolamento termico dei solai e delle intercapedini delle abitazioni che riduce i consumi di gas per il riscaldamento per i primi due anni.

Poi il retrofit si annulla e porta con se il risparmio energetico. Lo studio traccia nel dettaglio cosa accade ai consumi di gas prima e dopo un intervento di retrofit, basato sull’aumento dell’isolamento dell’involucro. Sono state prese in esame oltre 55.000 abitazioni in dodici anni e si è scoperto in questo modo che l’isolamento termico delle intercapedini ha portato ad un calo medio dei consumi del 7% durante il primo anno.

Perché entro quattro anni i benefici dell’isolamento termico si azzereranno

Alcuni ricercatori prendendo in considerazione molte abitazioni dal 2005 al 2017 hanno scoperto che l’isolamento termico delle intercapedini ha portato ad un calo medio dei consumi del 7% durante il primo anno. Questi benefici si sono ridotti al 2,7% nel secondo anno, arrivando poi al quarto essendo trascurabili.

La stessa cosa vale per l’isolamento delle coperture che ha avuto un effetto ulteriormente ridotto. Il team ha identificato questi comportamenti come effetto rimbalzo. In sostanza, qualsiasi risparmio ottenuto grazie all’efficienza energetica viene annullato da un costante aumento del consumo di energia.

Ma perché accada questo, maggiore efficienza dovrebbe voler dire minor fabbisogno energetico e quindi risparmio. La causa di questo potrebbe essere determinata dal cambiamento nei comportamenti delle famiglie che beneficiano di questi retrofit energetici.

I lavori di efficientamento dell’involucro esterno in Inghilterra e Galles sono spesso accompagnati da ampliamenti delle abitazioni. Una casa ermetica implica poi un maggior ricambio d’aria e le finestre aperte possono contribuire a modificare in modo significativo il comfort interno aumentando i consumi.

Gli articoli più letti di oggi:

PER TUTTI GLI AGGIORNAMENTI SEGUICI SU FACEBOOK

Quindi ogni intervento di isolamento termico deve sempre essere accompagnato da alcuni investimenti combinati all’installazione di pompe di calore e per la sensibilizzazione a comportamenti diversi. Non è che l’efficienza energetica non funziona, tuttavia l’isolamento domestico da solo non è magico. La ricerca è poi concentrata sul mercato inglese dove gli alloggi residenziali rappresentano dal 2020 quasi un terzo del consumo totale di energia del Paese. Ma potrebbe essere estesa ad altri paesi.