Intolleranza al lattosio: come si manifesta e cosa accade se si trascura

L’intolleranza al lattosio, ecco quali sono i sintomi negli adulti e le conseguenze se si trascura questo problema

Intolleranza al lattosio
Lattosio-foto pinterest ilgiornaledelcibo.it-ecoo.it

In questi ultimi anni sono aumentate le persone che soffrono d’intolleranze al lattosio. In molti digeriscono con difficoltà questa sostanza, ma il problema si può risolvere facilmente modificando la dieta. A quanto pare secondo le statistiche la metà della popolazione è intollerante al lattosio.

Sopratutto ad essere vittima di questo problema sono gli adulti che hanno difficoltà in molti casi a digerire questa sostanza. Il disturbo si risolve limitando il consumo di cibi che la contengono molto semplicemente. Però non bisogna sottovalutare per nulla questa intolleranza, altrimenti si rischia anche di incorrere in fastidi diversi.

Perché il lattosio causa intolleranza e quali sono le conseguenze

All’interno del latte troviamo il lattosio che è una sostanza composta da zuccheri semplici come il glucosio e galattosio. Perché possa essere assorbito dall’intestino, il lattosio deve per forza essere prima scomposto in queste sostanze. A fare questo è un enzima, la lattasi. Se l’organismo ne è carente allora si avvertono problemi a digerire il lattosio.

Un assorbimento sbagliato di questa sostanza a livello intestinale non è sempre però causa di intolleranza. Infatti si soffre di questo problema quando il malassorbimento determina la comparsa di sintomi. I sintomi dell’intolleranza del lattosio sono di tipo intestinale e riguardano la zona addominale che viene caratterizzata da dolore, gonfiore e flatulenza.

Nei casi più gravi poi si può manifestare anche nausea, vomito e diarrea. L’intensità dei sintomi è determinata da due fattori nello specifico e sono l’entità della carenza di lattasi e la quantità di lattosio assunto con il cibo.

I problemi tendono a presentarsi poco tempo dopo aver consumato alimenti a base di lattosio. A volte l’intolleranza al lattosio causa dei sintomi al di fuori dell’ambito intestinale, possono quindi comparire dolori muscolari, mal di testa e anche difficoltà di concentrazione.

Questo problema non va trascurato altrimenti si rischia che si instauri una pericolosa disbiosi intestinale che non solo può esacerbare questi problemi ma anche favorire infezioni come la cistite e la candida. Per la diagnosi di intolleranza basta che il medico associ la comparsa dei sintomi con l’assunzione di cibi che contengono lattosio. Ci si può comunque sottoporre ad un esame specifico, si chiama il breath test al lattosio.

Gli articoli più letti di oggi:

PER TUTTI GLI AGGIORNAMENTI SEGUICI SU FACEBOOK

Le persone che hanno tale intolleranza devono ridurre il consumo di cibo che contiene il lattosio. Eventualmente si possono assumere integratori di lattasi da prendere prima di consumare i latticini che aiutano a sintetizzare meglio la sostanza.