Frane, perché si verificano questi fenomeni

Le frane sono dei fenomeni ambientali che possono causare seri danni, allora capiamo quali sono le cause che le scatenano?

Frane cause
Frane-foto pinterest greenme.it

Ci sono molti fenomeni atmosferici che possono causare danni e disastri, uno di questo sono le frane che in pratica non è altro che la caduta di enormi masse di roccia e terreno che possono poi modificare il profilo dei pendii e coinvolgere anche strutture e abitazioni.

Ma sarebbe interessante cercare di capire perché avvengono queste frane, anche per comprendere come poterle evitare. In particolare è fondamentale capire se l’impatto dell’uomo può avere una qualche rilevanza, in particolare parliamo di attività come il disboscamento e cementificazione.

Perché le frane accadono?

Frane da cosa sono causate
Frane-foto pinterest greenme.it copia 6

Le frane sono tra i disastri naturali più drammatici che ci siano. In poco tempo possono mobilitare una grande massa di terreno e detriti che può poi modificare il profilo di pendii e montagne e sommergere anche tutto quello che c’è nelle vicinanze.

Si tratta di una vera e propria furia che trascina via tutto quello che si trova davanti, alberi, vegetazione, strutture, case, strade, reti elettriche e tanto altro. Negli episodi più gravi, la caduta di questi massi e del terreno sono in grado di cancellare interi centri abitati. Un dramma davvero allucinante.

Potrebbe interessarti anche: “Votate chi punta sulla lotta alla crisi climatica”: appello Greenpeace, Legambiente e WWF

Ma capiamo cosa sono le frane nella loro natura e quali sono le cause per cui si manifestano. Nello specifico dunque, le frane sono un fenomeno geologico, di norma improvviso e violento che si caratterizza per la caduta di terreno, rocce e anche altri detriti da profili montuosi e collinari.

Ci sono varie ragioni per cui si possono manifestare le frane, tra cui la perdita di tenuta del terreno o le intense precipitazioni. I materiali si staccano quindi dalla loro sede originaria per la forza di gravità e cadendo colpiscono tutto quello che incontrano lungo il loro cammino.

Le frane si vanno a caratterizzare soprattutto per la loro intensità e per la violenza e la forza distruttiva che hanno. A volte basta anche poco a scatenare una frana pericolosa, una banale caduta di un masso di piccole dimensioni per esempio. In poco tempo dunque migliaia di tonnellate di terreno e massi si riversano a valle in pochi secondi. A volte le frane coinvolgono gli strati più superficiali del profilo montuoso, altre invece quelli più profondi.

Potrebbe interessarti anche: Quali sono i piani di Giorgia Meloni per l’ambiente?

Si può assistere quindi a smottamenti gravosi, perché coinvolgono tutto il manto verde che caratterizza i profili montuosi e quindi anche gli alberi. Un frana nello specifico è comporta da tre parti, la nicchia di distacco, ossia l’area da cui il crollo parte, l’alveo o pendio che è la porzione del profilo montuoso che è stata coinvolta dalla caduta e infine l’accumulo che è la zona dove si deposita il materiale crollato.

Le frane non coinvolgono solo colline e montagne dato che si verificano in una molteplicità di luoghi geologici differenti. Per esempio sono molto frequenti lungo le coste marittime, con la caduta improvvisa di grandi porzioni di scogli. Si possono verificare anche in ambiente sottomarino. I tipi di frane più noti sono le frane di crollo che coinvolgono le masse rocciose su pareti ripide.

Poi ci sono le frane di scivolamento che si verificano quando lo strato superficiale del pendio, scivola verso valle. Questo accade quando gli strati profondi del terreno non riescono più a sostenere il peso e l’attrito di quelli più superficiali. Ci sono poi anche le frane da colamento che si verificano su terreni argillosi, fangosi o comunque molto ricchi di acqua. Sono causati dalla forza di gravità e dal terreno viscoso. Infine esistono anche gli smottamenti che sono frane molto superficiali dovute all’azione dell’acqua che coinvolgono porzioni ridotte di pendio.

Potrebbe interessarti anche: Disastri naturali: inondazioni e frane nell’emisfero sud

Ci sono poi anche altri tipi di frane. E le cause principali sono di solito cause predisponenti, preparatrici e provocatrici. Sicuramente le attività dell’uomo come il disboscamento, la cementificazione, le alterazioni dei corsi d’acqua e i cambiamenti climatici incidono sulle frane.