Cowash, come lavare i capelli in modo naturale e senza sprechi

Il cowash è l’alternativa naturale allo shampoo. Lo conoscete? Si tratta di una tecnica davvero interessante 

Capelli cowash come funziona
Cowash-foto pinterest shampooandconditionerbars.com

Avete mai sentito parlare del cowash? È una tecnica per lavare i capelli che non include lo shampoo. In molti si chiederanno come sia possibile lavare i capelli senza utilizzare lo shampoo. È possibile grazie ad un’ingrediente che tutti conosciamo e abbiamo in casa.

Si tratto dello zucchero, in pratica si va ad unire lo zucchero con il balsamo per dare vita ad un prodotto per lavare i capelli. Sono molte le donne che hanno iniziato ad usare questo metodo in tutto il mondo. Ci sono varie versioni, una per ogni tipologia di capelli, ricci, grassi e secchi.

Cos’è il cowash e come funziona

Cowash tecnica lavare capelli
Cowash-foto pinterest hairromance.com

PER TUTTI GLI AGGIORNAMENTI SEGUICI SU FACEBOOK

I capelli si stressano molto con i continui trattamenti e gli shampoo aggressivi che usiamo. Inoltre anche l’inquinamento atmosferico che ha un effetto sui nostri capelli inevitabile. I lavaggi troppo frequenti non aiutano per niente la situazione. Le detersioni ripetute possono stressare ancora di più i capelli.

Potrebbe interessarti anche: Dove si gettano i capelli caduti o tagliati? Attenti all’errore

Per altro gli shampoo che si trovano in vendita sono pieni di tensioattivi e sostanze chimiche che aggrediscono molto il fusto del capello e lo rendono più debole. Il cowash quindi è una tecnica di lavaggio che utilizza solamente il balsamo unito allo zucchero. È particolarmente indicato per chi ha i capelli grassi o fragili.

Vediamo come funziona la tecnica e la preparazione della soluzione. Intanto bisogna procurarsi mezzo bicchiere di zucchero e mezzo bicchiere di balsamo, si può aggiungere anche un cucchiaino di miele. Il primo esegue uno scrub alla cute, eliminando sporco e l’unto dai capelli. Il secondo invece deterge con delicatezza.

Potrebbe interessarti anche: Integratori per capelli: ecco i migliori

Bisogna scegliere un balsamo senza siliconi perché questi possono seccare i capelli e far aumentare le doppie punte. Lo zucchero invece, potete usare quello di canna oppure quello bianco. Dovete poi mescolare bene i due ingredienti in un recipiente e applicarlo poi sopra i capelli umidi, massaggiando bene la testa per 5 minuti con movimenti circolari per far sciogliere lo zucchero. Poi risciacquate con acqua tiepida cercando di eliminare ogni residuo di balsamo.

Se avete i capelli grassi, aggiungete un cucchiaio di bicarbonato di sodio al composto di zucchero e balsamo. Altrimenti il succo di limone o aceto da sostituire al bicarbonato, diminuendo la quantità di zucchero. Avrete in questo modo i capelli più puliti e leggeri. Aggiungete anche cinque gocce di tea tree oil per una profonda azione antibatterica.

Potrebbe interessarti anche: Pidocchi nei capelli: quando c’è il rischio di trasmissione

Invece se avete i capelli secchi aggiungete al composto un cucchiaino di miele, uno di aloe vera e uno di olio di karitè. Massaggiate bene e poi risciacquate dopo 5 minuti. Per i capelli ricci invece scegliete un balsamo più denso che idrati. Usate dello yogurt o olio di Argan o cocco. Per i capelli opachi aggiungete altrimenti un cucchiaio di aceto di mele alla ricetta.