Ecco i cibi ideali in caso di problemi col colesterolo

Quale dovrebbe essere il rapporto da cibi e colesterolo e cosa dovremmo mangiare per tornare a stare bene ed in salute. Tutte le indicazioni che ci serviranno

La rappresentazione di un cuore in salute
La rappresentazione di un cuore in salute (Foto Adobe Stock)

Cibi e colesterolo possono trovare un compromesso allo scopo di non peggiorare una situazione fisica che altrimenti potrebbe comportare delle conseguenze anche più gravi. Anzitutto è bene precisare che c’è il colesterolo buono oltre a quello cattivo. E tutto quanto dipende per l’appunto dai cibi che mangiamo e dalle quantità che siamo soliti concederci. Ovviamente, se si procede in maniera indiscriminata e senza avere alcun controllo a tavola, presto potrebbero sorgere delle problematiche di salute che potrebbero andare anche al di là degli squilibri inerenti una presenza in eccesso di colesterolo.

Quali cibi possiamo mangiare nel caso in cui dovessimo trovarci in questa condizione, per fare si che questo grasso non intasi le vene creando un grosso ostacolo alla circolazione del sangue? Dobbiamo per forza di cose darci una regolata e tagliare – perché a volte ridurre potrebbe non bastare – alcuni alimenti ben specifici.

Cibi e colesterolo, che cosa possiamo mangiare

Al contrario possiamo invece avvalerci di altri, che sono invece considerati salutari e la cui assunzione apporterà notevoli benefici alla nostra situazione complessiva. È chiaro che dovremo seguire delle precise indicazioni da parte del nostro medico di base ed anche di altri specialisti. Saranno loro ad indirizzarci su quelle che sono le scelte migliori da fare allo scopo di abbassare il livello di colesterolo presente nel nostro organismo. Tra l’altro si tratterà in molti casi anche di alimenti naturali capaci di garantire il sapore al quale mai vorremmo rinunciare. Gli alimenti che ricevono il via libera sono:

  • cereali;
  • verdure;
  • legumi;
  • olio extravergine di oliva;
  • olio di soia, di girasole, di mais, di arachidi;
  • oli vegetali;
  • latte scremato e derivati;
  • formaggi magri;
  • yogurt bianco;
  • pesce azzurro;
  • carne bianca;
  • pane, riso e pasta integrali;

Leggi anche: Cosa devi sapere prima di mettere le carote nel frigorifero

Leggi anche: Annuncio Coop: prodotto ritirato per corpi estranei all’interno

Seguendo queste indicazioni riusciremo a far registrare dei miglioramenti già in un lasso di tempo alquanto breve. All’incirca dopo un mese, a seguito di accurate analisi, se saremo stati attenti potremo riscontrare dei notevoli benefici. Senza contare che una corretta alimentazione contribuirà anche a risvegliare il nostro metabolismo ed a farci perdere il peso in eccesso.