Buco nel tagliere, sai a cosa serve? La risposta ti sorprenderà

A cosa serve il buco presente nel tagliere lo sapete? Non tutti lo sanno ma in realtà ha uno scopo ben preciso

Taglieri perché hanno buco
Tagliere-foto pinterest etsy.com

Tutti hanno a casa un tagliere e in tutti questi oggetti c’è un buco ma sapete per quale motivo? Questo utensile da cucina è davvero indispensabile perché serve per tagliare gli alimenti senza danneggiare le superfici sottostanti.

Alcune persone pensano che il buco sul tagliere serva per spostare in modo più semplice o appendere il tagliere al muro. In realtà però la sua funzione è molto diversa ecco a cosa serve davvero e perché nessuno lo sapeva prima d’ora.

A cosa serve il buco sul tagliere

Taglieri buco perché
Tagliere-foto pinterest

PER TUTTI GLI AGGIORNAMENTI SEGUICI SU FACEBOOK

Il buco che c’è sui taglieri, si può usare in tanti modi diversi. Per esempio si può usare come maniglia, oppure per appendere il tagliere al muro. In realtà però la sua vera funzione è un’altra. Tramite quella fessura infatti si può versare direttamente il cibo tritato in un piatto o in un contenitore.

Potrebbe interessarti anche: Sbucciare l’aglio, i metodi consigliati dagli chef

Usando quindi questo foro non rischierete di cospargere i cubetti tagliati per tutta la cucina e li potrete invece indirizzare subito nel posto giusto. Ma vediamo altri suggerimenti utili per usare il tagliere in modo giusto. Per esempio la pulizia, per non contaminare altri alimenti che poi mangeremo è meglio scegliere taglieri di vetro che sono più semplici da pulire.

Ma per il lavaggio del tagliere è consigliabile lavarlo ogni volta che si usa con acqua calda e una spugna bagnata con del detersivo per piatti. Altrimenti si possono usare anche ingredienti naturali come l’aceto bianco che elimina i batteri.

Potrebbe interessarti anche: Due modi naturali per pulire il tagliere di legno

Potrebbe interessarti anche: Buco nel mestolo, serve a questo: ti hanno sempre mentito

I taglieri esistono in vari materiali, di plastica, legno e vetro. Sicuramente per la pulizia sono consigliati quelli in vetro ma a livello di efficienza i migliori sono quelli di legno. I più sconsigliati, sia a livello di igiene e pulizia che di efficienza sono sicuramente quelli in plastica. Si rovinano facilmente e rimangono impregnati degli alimenti utilizzati. Costano meno ma alla fine rendono anche molto meno. Scegliete quindi quelli di legno o vetro. In commercio ne trovate davvero tanti, sia al supermercato che nei negozi di utensili da cucina.