Batterie di sale marino: la sorprendente scoperta che cambierà il mondo

Avete mai sentito parlare delle batterie al sale marino? Questa invenzione rivoluzionerà il mondo

Batterie sale marino
Batterie-foto pinterest manomano.fr-ecoo.t

Ci sono delle batterie molto economiche da realizzare che sono in grado di abbattere i costi della decarbonizzazione, garantendo maggiori capacità di stoccaggio di energia da fonti rinnovabile. Questa è una delle innovazioni che potrebbero rivoluzionare il settore dell’energia e semplificare poi la transizione verso le fonti rinnovabili.

Da qualche settimana si parla delle batterie composte dal sale marino, si tratta di una soluzione in grado di garantire maggiore energia e un impatto ambientale minore. Questa invenzione è stata realizzata da Shenlong Zhao della School of Chemical and Biomolecular Engineering dell’Università di Sydney in Australia.

Una batteria che apre le frontiere all’innovazione

Una nuova batteria composta dal sale marino è stata creata ed è una vera e propria rivoluzione nel settore energetico. La batteria sodio-zolfo al momento è stata utilizzata poco per via della ridotta capacità energetica ed una durata troppo breve. La batteria viene prodotta dal solfuro di sodio, un sale fuso estraibile dall’acqua di mare.

Il processo che innesca è di pirolisi ed elettrodi a base di carbonio che va a potenziare la reattività dello zolfo e la reversibilità delle reazioni tra zolfo e sodio. Questo ha consentito agli esperti di avere uno dei sistemi più potenti per densità di energia a basso costo caratterizzata da una forte stabilità.

Questa batteria realizzata dagli esperti ha mostrato una capacità più potente di quattro volte a quella delle normali batterie al litio. Una durata di circa 1.000 cicli di ricarica e una dissolvenza pari a 0,05% per ciclo. Sono state realizzate come batterie a bottone nella struttura di ingegneria chimica dell’Università si Dydney, ma sono state progettate per fornire una soluzione ad alte prestazioni per grandi sistemi di accumulo di energia rinnovabile. Come per esempio per le reti elettriche, le batterie sodio-zolfo che possono abbattere in maniera importante l’impatto economico della decarbonizzazione.

Gli articoli più letti di oggi:

PER TUTTI GLI AGGIORNAMENTI SEGUICI SU FACEBOOK

Queste batterie sono in grado di diminuire in modo radicale i costi nel lungo termine garantendo parallelamente una capacità di stoccaggio quadrupla. È una svolta alquanto notevole per la produzione delle energie rinnovabili. Con una tecnologia che abbatte i consumi si potrà raggiungere più velocemente l’energia pulita perché più rapidamente giungeremo alla decarbonizzazione e saranno maggiori le possibilità di ridurre il riscaldamento globale.