Villaggio ecosostenibile in Russia con case biodegradabili

Villaggio ecosostenibile in Russia con case biodegradabili

In Russia molto interessante è l’esempio del villaggio ecosostenibile con case biodegradabili e coltivazione di orti biologici sulla scia di una vita a contatto con la natura e a basso impatto ambientale

da in Architettura Sostenibile, Bioarchitettura, Bioedilizia, Edilizia Ecosostenibile, Sostenibilità Ambientale, Tutela Ambientale
Ultimo aggiornamento:

    villaggio ecosostenibile russia case biodegradabili

    Un villaggio ecosostenibile in Russia con case biodegradabili. Si tratta di un esempio interessante di edilizia sostenibile a tutti gli effetti, oltre che di un modo di vivere all’insegna della natura, che dà l’idea di come sia possibile riuscire concretamente ad attuare forme di sostenibilità ambientale degne di nota. Il villaggio green, che si chiama Kovcheg, si trova nella regione a sud-ovest di Mosca e la sua costruzione è iniziata nel 2009. Tutto intorno si estende la foresta, la quale circonda le case ecologiche, veri esempi di basso impatto ambientale.

    All’interno del villaggio ecosostenibile possiamo rintracciare abitazioni ecologiche realizzate in paglia e in argilla, in legno e con un miscuglio di canapa e lino, per ottenere un adeguato isolamento termico. Un sistema per non rendere più complessa la già difficile questione dell’inquinamento ambientale. Sicuramente un sistema molto più efficace delle case in legno direttamente dalla foresta dal notevole ecodesign. Forse si perde per quanto riguarda l’estetica, ma si guadagna in termini di conservazione dell’ambiente.

    In altre parti del mondo non sembra che si sia riusciti a fare di meglio. Anche le case prefabbricate in legno, che garantiscono un eco-risparmio coi pallet, non reggono il paragono con le case sostenibili del villaggio russo. Ma anche la vita delle persone che vivono nel villaggio è piuttosto interessante.

    La maggior parte di loro svolge la propria professione a distanza grazie al telelavoro e si dedicano alla coltivazione di orti biologici. Per coprire le spese collettive si organizzano seminari educativi sull’apicoltura e sulle costruzioni green. C’è anche una scuola per imparare, tra le altre nozioni, anche come fare la raccolta differenziata.

    369

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Architettura SostenibileBioarchitetturaBioediliziaEdilizia EcosostenibileSostenibilità AmbientaleTutela Ambientale
    PIÙ POPOLARI