Vacanze green e low cost 2013: itinerari e idee di viaggio

Vacanze green e low cost 2013: itinerari e idee di viaggio

Per fare delle vacanze green e low cost 2013 possiamo tenere in considerazione vari itinerari e idee di viaggio, al mare, in montagna, in città o per il volontariato

da in Impatto ambientale, Inquinamento, Legambiente, Parchi Naturali, Turismo Sostenibile, Vivere green, ecotendenze
Ultimo aggiornamento:

    vacanze green e low cost 2013

    Le vacanze green e low cost 2013 sono un’ottima soluzione ai problemi che derivano dalla crisi economica e, inoltre, permettono di rispettare l’ambiente e di effettuare delle ferie ecocompatibili a tutti gli effetti. Sono molti gli itinerari che abbiamo a disposizione. Per questo vogliamo offrirvi una guida con alcune interessanti idee di viaggio, per un’estate all’insegna dell’ecosostenibilità, al mare, in montagna, in città, senza trascurare le azioni di volontariato.

    Quello al quale stiamo assistendo in questi anni è un vero e proprio boom delle vacanze green, che piacciono davvero tanto agli italiani. I dati diffusi da Coldiretti con l’analisi “Dentro il paesaggio – Agricoltura sostenibile e turismo compatibile” parlano molto chiaramente e dimostrano quanto i nostri connazionali siano maggiormente attenti negli ultimi anni al turismo sostenibile. Nel nostro Paese, in effetti, non mancano certo le possibilità di fare delle vacanze economiche, allo stesso tempo prestando molta attenzione all’ambiente. Secondo i numeri, solo nello scorso anno questa tipologia di attività turistica è aumentata del 2%: sono stati 100 milioni ad affollare riserve naturali, parchi e aree protette. Agli italiani piace tanto effettuare delle attività all’aria aperta, scoprendo nuovi luoghi. Le preferenze spaziano dallo sport (il 48% dei “turisti green” ama svolgere queste attività in vacanza), al semplice relax (23%), passando per i tour enogastronomici (15%).
    La tendenza dell’aumento del turismo sostenibile è stata confermata, per il 2012, anche dai tour operator, che sempre più includono tra le offerte dei viaggi di questo tipo. Nel 65% dei casi presi in considerazione durante le rilevazioni, infatti, la vendita di pacchetti di vacanze ecocompatibili è aumentata. Secondo l’ultimo rapporto Ecotur, realizzato da Istat, Enit, Osservatorio Ecotur e Università dell’Aquila, l’attività sportiva preferita dai nostri connazionali è il ciclismo, scelto l’anno scorso dal 31% dei turisti delle vacanze ecologiche, una percentuale in aumento rispetto al 23% dello studio precedente.

    Per una vacanza ecologica in montagna, si possono scegliere i numerosi itinerari offerti dalle località di villeggiatura che si trovano ad esempio sulle Alpi. I sentieri che possiamo percorrere nei dintorni di Bolzano ci permettono di scoprire nuovi luoghi immersi nella tranquillità, ottimi anche per i bambini, perché consentono di imparare molto. Sono dei posti perfetti per chi vuole fare tante passeggiate all’aria aperta, ma anche per chi vuole svolgere azioni maggiormente impegnative, come l’arrampicata. In moltissime località montane della Svizzera, dell’Austria e dell’Italia si possono sfruttare i mezzi pubblici per spostarsi e naturalmente sono a disposizione dei turisti iniziative sportive, come passeggiate in bici o a cavallo. Il relax è assicurato e tutto viene svolto con impatto ambientale ridotto. Le vacanze green in montagna risultano molto interessanti anche se decidiamo di recarci in alcuni passi alpini incantevoli, come Dolomiti, Carnia e Valchiavenna. In queste località vengono proposti dei momenti imperdibili, per stare a contatto con la natura e gustare i prodotti tipici del luogo. Inoltre anche i più piccoli possono divertirsi, grazie al coinvolgimento in attività di sensibilizzazione, monitoraggio del territorio e sentieristica, che molto spesso vengono organizzate nel corso dei mesi estivi grazie anche alle organizzazioni ambientaliste.

    - Tutte le strutture in montagna

    Per chi ama il mare, le vacanze possono essere trascorse all’insegna del relax, ma anche dell’esplorazione. Le destinazioni possibili, anche in questo caso, sono tantissime. Possiamo rilassarci in Italia, scegliendo una delle tantissime destinazioni costiere del nostro Paese. E’ il caso, ad esempio, di Lampedusa e di Linosa, teatro di sbarchi che di frequente riempiono le pagine della cronaca. Sono stupendi luoghi dal punto di vista paesaggistico, che offrono numerose iniziative da vivere attivamente. Degno di nota è l’insieme di attività messo a punto dal comitato “Io vado a Lampedusa”. Si vuole far riflettere sulla salvaguardia dell’ambiente anche per quanto riguarda le tematiche sociali e culturali.

    Da non perdere anche, dal 19 al 23 luglio, la rassegna cinematografica Lampedusa Film Festival.
    Chi vuole affrontare una vacanza maggiormente esotica non può perdere un viaggio alle Canarie, in Spagna, dove è possibile ammirare balene azzurre, capodogli, orche e focene. Nell’arcipelago si possono vedere tante specie di mammiferi marini, anche con apposite escursioni. La Gomera, Tenerife e Lanzarote sono solo alcuni dei luoghi da visitare a questo proposito. Proprio a Tenerife, inoltre, si possono effettuare delle attività di whale watching, osservazione dei cetacei nel loro ambiente naturale con le spiegazioni dei biologi marini. Un altro luogo deputato all’osservazione è costituito dalle acque del Santuario Pelagos, dove si possono vedere i delfini tursiopi.

    - Tutte le strutture al mare

    Legambiente organizza dei campi di volontariato, che rappresentano un’opportunità unica per agire in vista della risoluzione dei problemi ambientali. Vengono proposte attività utili in luoghi da valorizzare. Sono messi a punto circa 200 campi in tutta Italia e molti anche all’estero. Possono partecipare adulti, ragazzi e bambini. In genere durano 10 o 15 giorni e si alloggia presso ostelli, scuole o edifici pubblici. Serve una buona capacità di adattamento, perché spesso ci si ritrova a dormire nei sacchi a pelo. Vengono svolte attività di lavoro e viene strutturato in maniera divertente il tempo libero. E’ richiesto un contributo di partecipazione, ma vengono garantiti vitto e alloggio. Ci sono anche progetti più lunghi, che possono arrivare a durare anche per più mesi.

    - Tutti i campi organizzati da Legambiente.

    Per chi resta in città le occasioni per divertirsi non mancano, in quanto spesso proprio l’estate diventa il momento giusto per visitare quei posti nei quali durante il resto dell’anno non si ha l’occasione di andare. I contesti urbani si attivano organizzando mostre, tenendo aperti i musei e i monumenti. Ci sono sempre delle iniziative speciali che possono essere rintracciati nei centri più importanti del mondo. Basti pensare all’Art on Track di Chicago, che ha l’obiettivo di coinvolgere la metro in delle installazioni specificamente a tema green. Girare in città è l’occasione giusta per l’urban trekking, seguendo itinerari ben precisi che ci si è costruiti. Allo stesso tempo non dobbiamo dimenticare che ci sono degli strumenti per non inquinare: mezzi pubblici, bike sharing e car sharing.

    - Tutte le strutture in città

    Foto di Luciana Bettega

    1276

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Impatto ambientaleInquinamentoLegambienteParchi NaturaliTurismo SostenibileVivere greenecotendenze
    PIÙ POPOLARI