Tutela animali: WWF e Leonardo di Caprio per le tigri

Leonardo Di Caprio ha donato un milione di dollari al WWF, per sostenere l'impegno alla tutela delle tigri, il cui numero è stato soggetto ad un forte calo

da , il

    tutela animali wwf leonardo di caprio tigri

    La tutela degli animali vede impegnati il WWF e Leonardo di Caprio per salvare le tigri. In particolare Leonardo di Caprio ha deciso di donare un milione di dollari proprio a favore delle tigri. Ma il noto attore si è impegnato in modo sostanziale nella comprensione del problema, visto che ha compiuto una visita in Nepal e in Bhutan, accompagnando le squadre che si occupano della lotta al bracconaggio e incontrando le comunità locali. Di Caprio ha fatto notare come l’impegno a vantaggio delle tigri rappresenta la necessità di obbedire ad un obiettivo più ampio di tutela ambientale.

    A questo proposito il famoso attore ha messo in evidenza che:

    Il violento bracconaggio che colpisce la tigre e la perdita di habitat dovuta alla deforestazione selvaggia stanno spingendo questa specie e migliaia di altre sull’orlo dell’estinzione. Se non facciamo qualcosa adesso, uno degli animali più simbolici al mondo potrebbe sparire nel giro di poche decadi. Salvando la tigre, possiamo anche proteggere alcune delle antiche foreste tuttora esistenti e migliorare la vita delle comunità locali.

    Già il WWF aveva svolto una campagna di sensibilizzazione per proteggere le tigri con un contributo economico. Gli ambientalisti hanno dichiarato che le tigri sono degli animali a rischio, visto che le ultime stime hanno dimostrato che il loro numero si è notevolmente ridotto. Le tigri quindi potrebbero essere annoverate fra quegli animali che sono a rischio estinzione come i pinguini.

    Per tutte queste specie occorre fare qualcosa di concreto, anche con mezzi economici adeguati a fare in modo che siano protette le aree forestali, che costituiscono gli habitat naturali degli animali in questione. Di certo non tutti hanno a disposizione molti soldi da donare, ma, anche se non possiamo arrivare al livello di Leonardo Di Caprio, ciascuno di noi potrebbe fare la sua parte in termini di protezione degli animali.