Tutela ambientale: prevenzione foreste per un futuro più green

Tutela ambientale: prevenzione foreste per un futuro più green

In occasione della presentazione del calendario 2011 del Corpo Forestale è stato sottolineato il ruolo della prevenzione applicata alle foreste e la necessità di istituire un catasto per le aree a rischio idrogeologico

da in Conservazione ambiente, Impatto Zero, Primo Piano, Sostenibilità Ambientale, Tutela Ambientale, Foreste
Ultimo aggiornamento:

    tutela ambientale foreste futuro green

    La tutela ambientale passa anche attraverso un’azione di prevenzione rivolta alle foreste in vista di un futuro più green. É quanto è stato dichiarato da Cesare Patrone, Capo del Corpo Forestale dello Stato, che ha sottolineato il ruolo fondamentale di una più funzionale gestione dei boschi per riuscire a mettere a punto strategie migliori in nome della sostenibilità ambientale. In sostanza, se vogliamo contare su un futuro più verde e solidale, non possiamo prescindere dal tenere in considerazione questa prospettiva, la può essere attuata anche facendo ricorso alle risorse a disposizione.

    Tutto ciò è stato chiarito in occasione della presentazione del calendario 2011 del Corpo Forestale che punta proprio sulla salute delle foreste. L’evento ha costituito anche l’occasione per lanciare una proposta. Si tratta della possibile realizzazione di un vero e proprio catasto che indichi tutte le aree territoriali soggette a stress idrogeologico, per consentire di mettere in atto un’opera di monitoraggio e di prevenzione più efficace.

    Il tutto in vista di una gestione del territorio capace di evitare i disastri ambientali.

    Ben disposto Franco Gabrielli, capo del Dipartimento della Protezione Civile, il quale, a proposito dello stato del territorio in Italia in termini di rischio idrogeologico, ha fatto presente:

    La realtà è che la cementificazione selvaggia nel nostro Paese è stato ed è un sistema, un comportamento accettato e quasi regolamentato che ha fatto in modo che si costruisse nelle aree mitigatorie dei fiumi, nelle zone di sfogo dei fiumi. E’ necessario tenere conto sempre quando si costruisce del rischio accettabile e della pericolosità nel caso di un’emergenza.

    327

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Conservazione ambienteImpatto ZeroPrimo PianoSostenibilità AmbientaleTutela AmbientaleForeste
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI