Tutela ambientale: in Veneto acque ottime per la balneazione

Le acque del Veneto, sia quelle del mare che dei laghi, sono risultate ottime per la balneazione

da , il

    tutela ambientale veneto ottime acque balneazione

    La tutela ambientale può contare in Veneto su delle ottime acque per la balneazione. A metterlo in evidenza è stata l’Arpav, l’agenzia regionale per la prevenzione e protezione ambientale, che ha preso in analisi varie stazioni balneari della regione. I risultati hanno posto l’accento sull’importanza assunta da uno specifico piano di tutela delle acque. Infatti più del 92% dei punti di balneazione presi in considerazione può vantare il titolo di “eccellente” e il discorso vale sia per il mare che per i laghi. Un aspetto che non è da sottovalutare in termini di conservazione dell’ambiente.

    I risultati conseguiti appaiono ancora più rilevanti, se teniamo presente che, secondo recenti stime, a causa dell’inquinamento del mare, non sono balneabili 2190 Km di coste italiane. A tal proposito Maurizio Conte, assessore all’ambiente della Regione Veneto, ha fatto notare:

    Il risultato eccellente del Veneto dimostra l’efficacia delle azioni previste nel Piano di tutela delle acque, entrato in vigore tre anni fa. Grazie ai nuovi limiti previsti, i depuratori hanno migliorato sensibilmente la qualità microbiologica degli scarichi, attivando un’efficace azione di disinfezione.

    Il tutto è volto a garantire un impatto ambientale ridotto ai minimi termini e allo stesso tempo a fare in modo che venga tutelata la salute dei bagnanti. I dati emersi dall’indagine sono evidenti e possono essere chiaramente messi a confronto con i risultati del Rapporto Europeo sulla balneazione relativi all’inquinamento del mare. In ogni caso si tratta di una valida opera di incentivazione del turismo che giova all’ambiente.