Tempeste solari: NASA, intensa attività nel 2013

Secondo Richard Fisher della NASA l’intensa attività solare potrebbe portare delle conseguenze molto pesanti al nostro pianeta nel corso del 2013, a causa dei picchi che l’energia solare avrà tra tre anni

da , il

    sole tempesta solare

    In questi ultimi mesi l’attività del Sole è molto intensa. La tempesta solare in atto è monitorata costantemente dagli studiosi di tutto il mondo. E la NASA ovviamente fa delle previsioni sull’evoluzione di questo fenomeno nel corso dei prossimi anni. Fino a questo momento l’intensa attività solare ha provocato dei fenomeni molto colorati che tutti abbiamo potuto vedere nel corso delle passate settimane grazie alle immagini che sono state diffuse in rete. Ma nel 2013 le conseguenze di questa attività tumultuosa della nostra stella potrebbero essere maggiormente devastanti per il nostro pianeta e per le nostre attività quotidiane.

    Le ipotesi sulle conseguenze della tempesta solare sono state fatte dalla NASA che, attraverso le parole di Richard Fisher, direttore del reparto dell’agenzia che si occupa dello studio dei fenomeni solari e dei rapporti tra l’attività del Sole e il nostro pianeta, ha spiegato che ci potremmo trovare in serie difficoltà, soprattutto nel corso del 2013.

    Sarà proprio in quell’anno infatti che il Sole raggiungerà il massimo della sua attività cominciata proprio in questo periodo. In quell’anno infatti sarà molto alta l’energia magnetica della nostra stella, a causa di un’attività ciclica che culminerà questa volta proprio tra tre anni. Inoltre sempre nel corso dello stesso periodo di tempo sul Sole si verificherà un aumento delle macchie solari, altro fenomeno ciclico.

    Questa coincidenza provocherà delle conseguenze che potrebbero essere notevoli sui sistemi di comunicazione utilizzati nel nostro pianeta, se non si prenderanno delle precauzioni in tempo. Ecco infatti cosa ha detto Fisher:

    Sappiamo che la tempesta è in arrivo, ma non sappiamo ancora quantificare i danni. Potrà disturbare i dispositivi di comunicazione, come i satelliti e la navigazione in auto, i viaggi aerei, il sistema bancario, i nostri computer, tutto ciò che è elettronico. Causerà gravi problemi al mondo.