Tempesta solare 2014 in arrivo: quando e come colpirà [FOTO]

Tempesta solare 2014 in arrivo: quando e come colpirà [FOTO]

La tempesta solare 2014 non si sa quando e come colpirà

da in Tutela Ambientale
Ultimo aggiornamento:
    In arrivo la tempesta solare

    La tempesta solare 2014 in arrivo quando e come colpirà? Secondo quanto annunciato dallo Space Weather Prediction Center degli Stati Uniti, l’evento si verificherà sabato 13 settembre. Il fenomeno potrebbe portare con sé dei rischi devastanti, anche se il centro per le previsioni spaziali invita a non perdere la calma. In particolare si potrebbero verificare delle difficoltà per tutto ciò che riguarda le telecomunicazioni e le linee elettriche.

    Nel 1859 si verificò la più potente tempesta solare che abbia mai colpito il nostro pianeta. Il fenomeno è noto come l’evento Carrington. Il tutto fu notato l’1 settembre di quell’anno da un astronomo inglese, Richard Carrington, che ebbe l’occasione di vedere come sulla superficie solare vi fossero delle macchie in espansione. In poco tempo si generò un lampo eccezionale e il flash iniziò a propagarsi. Tutto questo corrispose ad un brillamento molto intenso, che fu visibile sulla Terra. Furono segnalate anche delle aurore molto luminose e molto più a sud, rispetto al punto in cui in genere si verificano. Contemporaneamente andarono in tilt i sistemi telegrafici di tutto il mondo. Il fenomeno celeste, infatti, colpì le linee telegrafiche, che correvano da una stazione all’altra. Da quel momento in poi gli studiosi si dedicarono in maniera molto più attenta ad analizzare il Sole e le sue eruzioni, classificandole in base alla loro potenza. Viene adottato un sistema di classificazione, che riporta vari valori, molto simili a quelli usati per gli uragani.

    Le tempeste solari si sono verificate in vari anni successivi.

    In particolare dobbiamo ricordare quelle del 16 agosto 1989 e del 2 aprile 2001. Si trattò comunque di brillamenti solari, che fortunatamente non puntarono verso la Terra. Se il nostro pianeta fosse stato interessato da queste circostanze, ci sarebbero stati forti danni ai satelliti e ai sistemi di comunicazione terrestri. Conseguenze sostanziali ci sarebbero anche se, nella nostra epoca, potesse accadere una nuova tempesta solare delle dimensioni dell’evento Carrington. La tempesta di Halloween si è verificata fra l’ottobre e il novembre del 2003. In quell’occasione si sono determinate delle interruzioni delle telecomunicazioni e dei segnali gps. Lo stesso dovrebbe accadere per la tempesta solare che si attende quest’anno.

    Ciò che è certo è che bisogna essere preparati ad affrontare eventuali blackout, tilt dei satelliti gps e blocco del sistema delle telecomunicazioni. Se pensiamo al ruolo fondamentale che tutti questi elementi svolgono sulla Terra, ci accorgiamo che potremmo ritrovarci ad avere a che fare con un vero e proprio disastro, dalle conseguenze immani. Proprio per questo motivo sono nati dei gruppi di ricerca appositi, con l’obiettivo di predisporre tutte le misure di sicurezza più adatte. I gruppi di ricerca sono diffusi in tutta Europa. In Inghilterra è nato SolasMax. In Italia è stato formato lo SWIC, Space Weather Italian Community. Il suo obiettivo è quello di formare una rete europea con altri gruppi, in modo da riuscire a coordinarsi per lo studio su tutto ciò che è possibile scoprire in prossimità dell’arrivo di questa tempesta solare. Il gruppo inglese ha spiegato come gli effetti della tempesta solare tanto attesa potrebbero durare anche nel tempo, con conseguenze assolutamente non lievi nei settori della comunicazione, dell’elettricità e dei trasporti.

    557

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Tutela Ambientale
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI