Teloni in plastica riciclata per aiutare i terremotati di Haiti

Teloni in plastica riciclata per aiutare i terremotati di Haiti

La designer americana Ruby Sprengle realizza teloni fatti con sacchetti di plastica riciclata per inviarli ai terremotati di Haiti

da in Ecodesign, Riciclo Plastica, Sviluppo Sostenibile, riutilizzo
Ultimo aggiornamento:

    teloni in plastica riciclata per i terremotati di haiti

    La studentessa americana Ruby Sprengle ha messo in moto la sua creatività e il suo impegno sociale al servizio di una lodevole causa da mettere in luce. Si tratta della realizzazione di grandi teloni per la pioggia fatti utilizzando solo ed esclusivamente dei sacchetti di plastica riciclati, pratica che la designer ha già sperimentato in passato realizzando un progetto chiamato The Utility Quilt assieme all’amico Greg Peterson, e creando teli per ripararsi dal freddo e dalla pioggia per i senza tetto. La creativa ripropone la proposta anche quest’anno, allargando però il tiro verso i terremotati di Haiti questa volta, e cercando di realizzare teloni più grandi possibili assieme a un gruppo di amici e volontari.

    Ruby è venuta a conoscenza del fatto che presto ad Haiti inizierà la stagione delle piogge, e gli aiuti umanitari molto probabilmente non riusciranno ad offrire a tutti i bisognosi dei teli per ripararsi o altri materiali di prima necessità.

    Così la designer ha pensato bene di riproporre il suo progetto creando dei workshop itineranti per il suo stato, l’Oregon, e coinvolgendo più persone possibile. La causa è nobile e sembra che gli americani si stiano muovendo per aiutare questa ragazza nel suo intento.

    Il progetto consiste nell’utilizzo di pochi materiali di base e un po’ di manodopera, dove vengono compressi e sciolti a strati tanti sacchetti di plastica, utilizzando solo dei fogli di acetato e dei ferri da stiro per comprimere il tutto.

    Se volete seguire il blog della designer con le tappe dei suoi workshop, potete farlo andando qui: http://utilityquilt.blogspot.com/

    330

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN EcodesignRiciclo PlasticaSviluppo Sostenibileriutilizzo
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI