Sviluppo sostenibile: SIM Card che non sprecano plastica

Da Sunrise sono state messe progettate delle SIM Card che sono in grado di rispettare l’ambiente, visto che impiegano la plastica in misura molto ridotta rispetto a quelle tradizionali, riducendo le emissioni di CO2

da , il

    sviluppo sostenibile sim card

    Molto interessante a livello di sviluppo sostenibile sono le SIM Card che non sprecano plastica. Messe a punto da Sunrise, rappresentano un ottimo sistema per non danneggiare l’ambiente. Il loro impatto ambientale è infatti molto ridotto, visto che la loro principale caratteristica è il fatto che il loro imballaggio è di dimensioni molto più piccole rispetto al materiale che viene usato di solito. In tutto queste schede SIM contengono soltanto 8 grammi di plastica, mentre le schede tradizionali ne contengono 16 grammi. Un bel risparmio dunque, che è in grado di eliminare gli sprechi.

    Le dimensioni molto più ridotte di queste schede per cellulari possono aiutare di gran lunga a ridurre le emissioni di CO2. Si calcola che un milione di queste SIM all’anno è in grado di ridurre di 8.000 Kg le emissioni in un ciclo di tempo annuale. In effetti tutta quella plastica che è contenuta nell’imballaggio delle tradizionali schede non serve in sostanza a nulla, visto che diventa soltanto elemento di scarto che finisce per inquinare, incidendo fortemente sui processi ambientali.

    La soluzione proposta da Sunrise è veramente molto valida, ma in ogni caso non è l’unica, visto che in questo senso ci sono altre iniziative interessanti. Fra queste possiamo ricordare per esempio quella messa in pratica dall’operatore portoghese TMN, che ha pensato di eliminare del tutto la plastica dalle SIM Card, utilizzando soltanto la carta riciclata.

    Ancora questa operazione è in fase molto iniziale ed è limitata solo ad un tipo di telefono. Ma vedremo cosa il futuro ci riserva a questo proposito. Secondo gli esperti la carta comunque sarebbe una soluzione efficiente, visto che il tipo di carta utilizzata sarebbe particolarmente resistente. Arriveremo ad avere dei veri cellulari ecologici anche da questo punto di vista?

    Immagine tratta da: saidaonline.com